•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 13 agosto, 2014

articolo scritto da:

Articolo 18, Pierre Carniti (Cisl) “Chi parla non è mai stato in fabbrica”

Articolo 18: “Molti di coloro che ne parlano non sono mai stati in una fabbrica”. Lo dice Pierre Carniti, storico segretario della Cisl, che intervistato da Repubblica liquida il “dibattito tipicamente estivo” di questi giorni: “Più che una discussione ideologica, mi sembra teologica”. Secondo l’ex leader sindacale, dire che l’articolo 18 dello Statuto blocchi la ripresa economica è “una tesi un pò demenziale, di quelle che animano la discussione sotto l’ombrellone per fare due chiacchiere con il vicino”.

articolo 18 intervento pierre carniti

Certo, osserva, quando è nato lo Statuto, “il periodo storico ed economico era assai diverso. Si era alla fine degli anni Sessanta, l’Italia era in pieno boom economico, c’era oggettivamene meno precarietà di oggi”. Ma “è abbastanza strano – aggiunge – che per affrontare la crisi per mancanza di lavoro si parta dall’articolo 18. Il lavoro va creato, vanno promossi gli investimenti. Se si riuscirà a fare questo poi ci si potrà mettere intorno a un tavolo a discutere dell’articolo 18. Lo Statuto dei lavoratori va aggiornato ma l’aggiornamento dovrebbe servire per aumentare le tutele anche a chi oggi è precario”.

ARTICOLO 18, GUERINI “NE DOVREMO RIPARLARE” – “Temi così delicati e significativi non possono essere buttati dentro la discussione infilando un emendamento in un decreto in corso di conversione. L’articolo 18 c’entra poco con la materia in oggetto e si rischia di accendere una polemica dove ciascuno di noi pianta bandierine, ma non si fanno passi in avanti”: così il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini, intervistato dal Corriere della Sera, chiude sulla possibilità che le eventuali modifiche all’articolo 18 entrino, già a fine mese, nello Sblocca Italia. Guerini tuttavia esclude una rottura con Ncd su questo tema: “Auspico che la comprensibile esigenza di visibilità non faccia venire meno il senso di responsabilità. Anzi, sono convinto che non succederà”. Sulle tutela dei lavoratori “ci confronteremo a settembre”, conferma, “quando si discuterà della delega al lavoro secondo il calendario stabilito in sede parlamentare. I temi sono gli ammortizzatori sociali, le politiche attive e uno strumento contrattuale che favorisca l’inserimento al lavoro a tempo indeterminato. Mi riferisco all’articolo 4 della legge delega, dove si parla di inserimento con tutele crescenti”. Sulla possibilità di abolire la norma che tutela i lavoratori sui licenziamenti, Guerini non si sbilancia: “L’ambizione è approvare la delega al lavoro e dentro questo percorso ci confronteremo, con coraggio e senza pregiudizi. Non ci interessa rimanere aggrappati a totem ideologici”.

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

20 Commenti

  1. Giovanni Facchini ha scritto:

    Quel contaballe di renzino è di molto superiore a queste sciocchezze…

  2. Adriano G. V. Esposito ha scritto:

    I nostri giovani emigrano per lavorare in paesi dove l’articolo 18 non esiste. E sono contenti. Ammazzatevi voi e l’articolo 18.

  3. Marco Solfrini ha scritto:

    Puntualizzerei, chi ne parla NON ha mai lavorato veramente!!!

  4. Meris Pellegrini ha scritto:

    forse non sa cosa vuol dire lavorare

  5. Oreste Picari ha scritto:

    Teoria e prassi: l’articolo 18 nato per difendere i lavoratori ha finito con il difendere paraculi e scansafatiche di ogni sorta, ingessando le piccole e medie imprese che, se al limite dei 15 dipendenti, si guardano bene dall’assumere.

  6. Carlo Sottile ha scritto:

    in fabbrica non esiste piu’ da tempo l’art. 18

  7. Gigi Grieco ha scritto:

    Ma non posso pensarw che c’è in giro gente convinta che il problema del nostro paese è l’art. 18, cerchiamo di essere seri

  8. Gabriele Lorenzetti ha scritto:

    Magnifico

  9. Davide Bolli ha scritto:

    Sono idioti allo sbaraglio.. non sanno cosa significa lavoro, sono parassiti dalla nascita

  10. Marco Corvi ha scritto:

    In fabbrica? Diciamo che non hanno mai lavorato! E peggio nemmeno pensano di farlo!

  11. Patrizia Paia Bianco ha scritto:

    Non Esistono piu’ le fabbriche

  12. Davide Leonardi ha scritto:

    Fra un pò non esisterà più il lavoro…ma di sicuro ancora l art. 18. Bel risultato di chi difende i lavoratori.

  13. Pingback: Articolo 18, Pierre Carniti (Cisl) “Chi parla non è mai stato in fabbrica” 1 – Termometro Politico | NUOVA RESISTENZA

  14. Antonio Campanella ha scritto:

    I sindacati….fannulloni…

  15. Ignazio Farinello ha scritto:

    Sono stato , succede di tutto, anche lo spreco di materiali l odio per il datore di lavoro

  16. Lea Scuderi ha scritto:

    Articolo 18 e’ intoccabile, e’ quello sui cui si basa lo statuto dei lavoratori..sono anni che le lobby provano a cancellarlo del tutto, cosi’ per il povero lavoratore ci sara’ il far west.

  17. Rocco Logozzo ha scritto:

    … infatti… sindacalisti prestati alla politica… che in catena di montaggio hanno fatto si e no qualche giorno… !!

  18. Eugenio Policriti ha scritto:

    i paraculi vanno presi a calci in culo e lasciato l’articolo 18dovè e se capiti un capo del personale come l’avevo io ti mandava via solo perche gli stavi sul cazzo e quel bastardo me lo a detto a quattrocchi ma non e riuscito a mandarmi via pensava che la fabrica era sua anno madato via primaal bastardo

  19. Carmine Guglielmi ha scritto:

    Chi è questa faccia da culo? sicuramente è un sanguisuga. Non ha lavorato ne dentro ne fuori di una fabbrica, ma ha venduto la pelle di quelli che diceva di difendere; Non devi proprio parlare, dovresti fare una sola cosa rimanere sospeso dal pavimento un paio di centimetri e solo dopo ti farei parlare. Sei un NULLA.

  20. alesemenz ha scritto:

    art.18 “giova” ai giovani(in teoria molto produttivi) e uccide gli over 50.

Lascia un commento