•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 29 aprile, 2011

articolo scritto da:

Milano, sondaggio TP: verso il ballottaggio

I risultati del sondaggio sulle amministrative per il Comune di Milano, in collaborazione con Affaritaliani.it

Letizia Moratti è in vantaggio al primo turno, ma sarà probabilmente costretta a sfidare Giuliano Pisapia al ballottaggio. È questo il risultato principale del sondaggio condotto da Termometro Politico, in collaborazione con il portale Affaritaliani.it. La rilevazione è relativa al periodo 25-27 aprile, e si basa su un campione di 2.000 maggiorenni residenti a Milano (metodo CAWI, errore statistico +/- 2%).

 

I candidati

risultati sondaggio

La città di Milano si appresta a vivere una sfida a due: il sindaco uscente Letizia Moratti è in vantaggio con il 44%, ma a poco più di 2 punti la segue Giuliano Pisapia, candidato del centrosinistra. Ben poche speranze sembra avere il candidato del Terzo polo, Palmeri, il cui 7,8% risulterà comunque decisivo al secondo turno. Il candidato del Movimento 5 Stelle, Calise, si attesta invece intorno al 4%.

 

Le liste

Un dato interessante riguarda le liste: se infatti tra i due principali candidati sindaco la distanza è piuttosto ridotta, tra le coalizioni che li sostengono si registra ancora un gap piuttosto consistente. Le liste di centrodestra in appoggio alla Moratti valgono infatti circa il 46%, contro il 40,4% della coalizione di centrosinistra per Pisapia. Sostanzialmente confermati i dati delle liste per Palmeri e Calise (va rilevato che, superando il 3%, c’è la possibilità che i “grillini” eleggano almeno un consigliere comunale).

Le liste a sostegno di Letizia Moratti confermano la fisionomia “classica” del centrodestra versione Nord Italia: il Pdl si confermerebbe largamente primo partito con il 28,6% (seppur in forte calo rispetto al 36% preso alle regionali dello scorso anno), con la Lega poco sotto il 16%. Agli altri partiti andrebbero le briciole.

Diversa invece la situazione all’interno del centrosinistra (anche qui si ripete lo schema nazionale): il Pd è il primo partito della coalizione con il 23% (anch’esso in lieve calo rispetto al 26% di un anno fa), mentre Sel compie un balzo di quasi tre punti toccanto il 5,7%, a scapito di Idv che invece ne perde altrettanti. Buono il risultato della lista civica di Pisapia, che potrebbe toccare il 3,5%.

Tra le liste a sostegno di Palmeri, infine, si prefigura una prevalenza della lista Nuovo Polo-FLI sull’Udc, che in effetti anche l’anno scorso conseguì circa il 3% a Milano città.

 

L’operato di sindaco e giunta

Sull’operato del sindaco Moratti e della sua amministrazione, il dato medio (intorno al 5 in una scala da 1 a 10) è il risultato di una doppia tendenza: da un lato vengono giudizi positivi, che vengono però bilanciati da giudizi negativi in pari quantità. Anche questo conferma l’idea che ci troviamo di fronte ad una opinione pubblica divisa sostanzialmente in due parti piuttosto vicine tra loro, il che rende molto improbabile l’ipotesi che un candidato possa vincere al primo turno.

 

(La documentazione metodologica e statistica completa è disponibile sul sito ufficiale www.sondaggipoliticoelettorali.it)

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

17 Commenti

  1. raffaele ha scritto:

    La Moratti parla come se si dimenticasse che amministra lei Milano da 5 anni, e mi sembra di doverle ricordare che io prendo la Metro tutti i giorni, pagando un biglietto che costa quanto andare a lavoro in auto, anche dopo Ecopas che avrebbe dovuto potenziare le reti pubbliche. Io vado allo stadio di San Siro con il pulman e Metro e dopo la partita serale torno alla Metro a piedi perchè non ci sono più i pulman. Io come 50.000 persone. Voto Pisapia che non brilla come immagine, anche perchè, la Moratti mi ha già fregato 5 anni fà.

  2. lino ha scritto:

    non voto a milano, ma se dovessi scegliere preferirei il “brigatista” pisapia che anni fa ha rinunciato all’amnistia per farsi processare e assolvere piuttosto che la mamma di batman e il padre berlusconi che sfugge sempre al giusto processo con varie leggi ad personam.

  3. Silvia ha scritto:

    Il sondaggio è stato fatto prima o dopo l’uscita della Moratti sulle presunte amnistie di Pisapia?

  4. Franco ha scritto:

    Italiani dobbiamo convencerci che i ricchi non faranno mai qualcosa a favore dei poveracci che lavorano dalla mattina alla sera con la schiena rotta facciamoci furbi almeno ora che c’è la possibilità scegliamo una persona giusta PISAPIA

  5. bruno ha scritto:

    Se Moratti vince il cav. in qualche settimana finisce di distruggere lo Stato di diritto in Italia.

  6. sergio ha scritto:

    Spero tanto che i milanesi abbiano capito che nulla han mai fatto i ricchi per la povera gente,(Formigoni insegna con i contributi alle scuole private in % maggiore) sveglia ragazzi è votiamo in forza PISAPIA

  7. Davide ha scritto:

    alle ultime elezioni avevo dato fiducia alla Moratti, e me ne sono pentito amaramente, non ha fatto nulla per la nostra città. Al ballottaggio voterò questa volta PISAPIA.

  8. Leonardo ha scritto:

    IL cento destra sta continuando ad attaccarsi ai temi della paura (immigrati, Moschea) e parla solo del programma di Pisapia, ma loro cosa hanno fatto e cosa vorranno fare per Milano? Che vadano a casa, forza Pisapia

  9. ignazio ha scritto:

    credo ,che il candidato ideale per milano ,come sindaco ,sia pisapia,anche se io non voto perche’ sono sicilia ,ma seguo attentamente la sfida,forza pisapia

  10. tino ha scritto:

    ragazzi e vero che la moratti a fatto dei sbagli, ma dopo questa batosta vedrai che non sbaglierà piu e non dimentichiamo pisapia chi era e che cosa può combinare a milano non diamo il potere a chi vuole privilegiare gli stranieri anziche noi milanesi leggetivi bene il programma di pisapia mi fa paura forza milanesi non diventiamo schiavi, io sono un ambulante e tutti i giorni mi trovo aver a che fare con questi stranieri ( vi dico un episodio che mi e successo un marrocino abbusivo mi ah detto che loro non voglio integrarsi ma pia piano vogliono conquistare il nostro paese perche vi faccio un esempio loro fanno tanti figli noi italiani ne facciamo sempre meno e un domani livello numerico sono piu di noi e se avranno potere di voto e entreranno in politica e finita) pensatici bene……………

    • glm ha scritto:

      Certo che di fesserie se ne dicono, quindi in francia e gb sono già tutti mussulmani? In realtò di generazione in generazione le differenze spariranno, figli di immigrati uguali a ragazzini italiani, nipoti già mescolati nella borghesia.

      L’unica differenza la fanno i soldi, se non ne hanno pensano alla religione, se ne hanno alla politica. Il resto è razzismo

      • frauli enzo ha scritto:

        Grazie a quelli come te , da parte di tutti i cittadini del mondo che potranno stabilirsi senza limiti in italia, cementificarla il più possibile e decidere con il loro voto come ci dobbiamo avvicinare al loro senso della vita, Penso che in dieci anni potrebbero venire in italia almeno un migliardo di persone , spesso in difficoltà con tanto sentimento positivo verso le nuove nascite ( giustamente ) , visto che al mondo tutti hanno gli stessi diritti,
        rispondimi !!!!!

  11. zikzak ha scritto:

    bah…..io prima di pensare agli stranieri penserei ad imparare la lingua italiana, a volte non si capisce chi sono gli stranieri e chi sono gli italiani!

  12. extracomunitario ha scritto:

    @tino

    Come l’ha detto qualcun’altro, prima di rivendicare il diritto ad essere italiani, forse dovreste imparare almeno a scrivere bene in italiano…. Sono africano , ma scommetto quello che vuoi che l’italiano lo scrivo meglio di te…Potrei anche scommettere che culturamente parlando, sono più italiano io di te, quindi potrei meglio di te diffendere in un contesto non italiano, l’italia…Quale italianità diffendi, quando non sei nemmeno in grado di scrivere in modo corretto qualche frase in italiano?? Visto che adesso si fa il test d’ italiano per l’asegnazione della cittadinanza agli stranieri (legge voluta dalla lega) direi che ho più diritto io di essere italiano di te. Diffendete l’essere italiano e non sapete nemmeno scrivere in italiano…Come fate a definirvi italiani??

  13. Pingback: Amministrative 2011: intention poll e proiezioni « Salvatore Borghese

Lascia un commento