•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 11 giugno, 2012

articolo scritto da:

Termometro Finanziario: l’Unione Europea tenta di salvare le banche spagnole

fotobankia

Termometro Finanziario: l’Unione Europea tenta di salvare le banche spagnole

 

Le borse tentano un modesto rimbalzo nel corso di una settimana passata senza notizie di estremo rilievo: i rialzi sono stati guidati per lo più dalla possibilità che le autorità europee potessero mettere in atto misure volte a salvare una situazione che peggiora ogni giorno di più. L’attesa sembra avere ripagato chi ha scommesso su questo scenario.

[ad]È notizia recente che l’Eurogruppo erogherà a richiesta della Spagna denaro sufficiente (100 miliardi, come anticipato nel Termometro Finanziario della settimana scorsa) a tamponare la crisi del sistema bancario spagnolo, sollevando dunque il governo di Madrid dalla responsabilità di nazionalizzare o ricapitalizzare gli istituti di credito iberici in un periodo di forti tensioni sui mercati del debito pubblico. Gli aiuti non dovrebbero essere consegnati in cambio di condizioni punitive, come avvenuto per la Grecia, almeno per ora: la crisi spagnola non è dovuta, infatti, a comportamenti criminali attuati a tutti i livelli dell’economia, e anzi la Spagna fino a pochi anni fa era vista come un modello di crescita virtuosa, modello stroncato principalmente dalla recessione che ha fatto esplodere l’abbraccio mortale fra costruttori e banchieri.

Ed è proprio questo abbraccio che rischia di vanificare questo primo salvataggio delle banche spagnole: i mutui facili erogati negli anni scorsi continuano ad andare in sofferenza, costringendo le banche ad accumulare perdite sempre più copiose, e finora senza fondo, e i 100 miliardi appena spesi potrebbero molto presto non essere sufficienti. Fin quando la ripresa non tornerà a farsi sentire (e con essa i redditi e la capacità dei mutuatari spagnoli di ripagare i propri debiti), il rischio che la Spagna si riveli essere l’ennesimo pozzo senza fondo di una crisi tutt’altro che risolta resterà ancora molto alto, senza contare che il problema spagnolo non è solo bancario, ma pure di finanza pubblica, specie a livello locale.

La crescita (che è la vera soluzione a questa crisi) risulta essere ancora un pallido miraggio, specie in assenza di riforme: le banche centrali di Europa e Stati Uniti hanno implicitamente rinunciato a sostenere l’anemica crescita attuale, al fine di mettere pressione ai governi perché smettano di perdere tempo e facciano ciò che serve per salvare le rispettive economie, a cominciare dalla costituzione di una vera autorità di vigilanza bancaria di dimensioni paneuropea per continuare con un’Unione Europea Fiscale e poi Politica.

Mariano Rajoy

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments