•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 7 marzo, 2013

articolo scritto da:

Grillo accusa i media italiani: “Sono pagati dai partiti per sputtanarci”

E’ ormai risaputo. A Grillo l’informazione italiana non piace. Per questo concede interviste solo a quotidiani ed emittenti estere. Per rimarcare la sua diffidenza verso i media italici, il leader del Movimento 5 Stelle ha scritto sul suo blog un post dal titolo forte “Attenti ai lupi” (in questo caso le televisioni). “I conduttori televisivi sono pagati dai partiti per sputtanare il M5S – è il j’accuse di Grillo – Le televisioni sono in mano ai partiti, questa è un’anomalia da rimuovere al più presto, le sette sorellastre televisive non fanno informazione, ma propaganda”. Per Grillo la stampa italiana è connivente con la politica e lavora per danneggiare il Movimento. “L’accanimento delle televisioni nei confronti del M5S ha raggiunto limiti mai visti nella storia repubblicana, è qualcosa di sconvolgente, di morboso, di malato, di mostruoso, che sta sfuggendo forse al controllo dei mandanti, come si è visto nel folle assalto all’albergo universo a Roma dove si sono incontrati lunedì scorso i neo parlamentari del M5S. Questa non è più informazione, ma una forma di vilipendio continuato, di diffamazione, di attacco, anche fisico, a una nuova forza politica incorrotta e pacifica”.

Il post sul blog di Grillo

[ad]Per Grillo la tv italiana va riformata: “È indispensabile creare una sola televisione pubblica, senza alcun legame con i partiti e con la politica e senza pubblicità. Le due rimanenti possono essere vendute al mercato”. E dopo le interviste “discutibili” di un deputato 5 Stelle a Ballarò (convinto che gli americani ci controllino con dei microchip installati sotto pelle) e un presunto “attivista” a Pomeriggio Cinque, il leader lancia un avvertimento ai parlamentari stellati: “Lunedi sono stati eletti dai gruppi Parlamentari del M5S per i prossimi tre mesi due capigruppo/portavoce, Roberta Lombardi per la Camera, e Vito Crimi per il Senato. Loro sono stati titolati a parlare dopo aver discusso e condiviso i contenuti con i componenti del gruppo”.

 

Intanto in un’intervista rilasciata al Time il comico minaccia: “Se falliamo, ci sarà la violenza nelle strade”. Poi svela l’obiettivo del Movimento: “Vogliamo il 100% del Parlamento, non il 20 o il 25% o il 30% . Quando il movimento otterrà il 100% e i cittadini saranno diventati lo Stato, il Movimento non avrà più bisogno di esistere. L’obbiettivo è scioglierci”.

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

articolo scritto da: