•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 2 settembre, 2013

articolo scritto da:

L’Inter di Mazzarri vola a punteggio pieno

Due partite, due vittorie, 5 gol fatti e 0 subiti: non poteva iniziare meglio il campionato per Walter Mazzarri e la sua Inter.

Nella seconda giornata di campionato, dopo il 2-0 a San Siro contro il Genoa,  i nerazzurri fanno visita al Catania e il tecnico livornese ripropone lo stesso 11 della settimana precedente con l’unica eccezione di Kovacic al posto di Kuzmanovic. Maran risponde schierando il consueto 4-3-3 con Bergessio prima punta titolare nonostante le voci che lo danno per partente.

Il Catania parte bene: dopo alcune azioni velleitarie, la prima palla gol è per Leto che, dopo aver saltato in piena area di rigore Nagatomo, si ritrova a tu per tu con Handanovic, che però è molto bravo a respingere la conclusione centrale dell’attaccante.

Sul ribaltamento di fronte, tuttavia, arriva anche la prima occasione interista: Jonathan calcia in area dalla destra ma Andujar è attento e respinge consentendo ai difensori catanesi di spazzare.

1085248-17272386-640-360

È un buon momento per l’Inter che continua ad attaccare ed è il rinato Jonathan che permette ai nerazzurri di passare in vantaggio: al 19’ il brasiliano, che ha già dimostrato di interpretare alla perfezione il ruolo di esterno destro del centrocampo a 5 di Mazzarri, punta uno contro uno Monzon, lo salta e mette al centro un assist perfetto sui piedi di Palacio che non può far altro che realizzare a porta sguarnita il vantaggio nerazzurro. Per l’argentino si tratta del secondo gol in due partite dopo la rete realizzata nella prima giornata contro il Genoa.

Dopo la prima rete, l’Inter gestisce bene il possesso palla senza tuttavia rendersi molto pericolosa. Al 31’ il Catania si riaffaccia dalle parti di Handanovic con un potente tiro di Tachsidis che sfiora il palo. Il primo tempo si chiude con la brutta entrata di Spolli su Palacio lanciato in contropiede: il difensore  catanese non è ultimo uomo e l’arbitro Bergonzi opta per il cartellino giallo ma l’intervento con il ginocchio alzato è davvero ai limiti.

Ad inizio ripresa è ancora l’Inter a farsi vedere in fase offensiva: al 4’ un cross dalla destra di Guarin finisce sulla testa di Nagatomo che colpisce però debolmente agevolando la parata di Andujar. Poco dopo però il giapponese ha modo di rifarsi trasformando in gol il perfetto assist servitogli da Palacio.

I nerazzurri, dunque, raddoppiano con gli stessi marcatori (Palacio e Nagatomo), anche se invertiti, che avevano  timbrato il cartellino nella prima partita contro il Genoa. Merita una notazione il movimento del giapponese, tipico di chi si è integrato alla perfezione  nel nuovo  3-5-2 “mazzarriano” : l’esterno di centrocampo  taglia verso il centro e viene a concludere l’azione sviluppatasi sulla fascia opposta.

Dopo il raddoppio la partita si trasforma in un monologo nerazzurro. L’Inter va infatti ripetutamente vicina al terzo gol e lo trova al 33esimo con Belfodil, subentrato al posto di Guarin, ma la rete viene annullata per fuorigioco.

(per continuare la lettura cliccate su “2”)

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

articolo scritto da: