•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 2 settembre, 2013

articolo scritto da:

Cgia di Mestre “Iva, aumentata 8 volte in 40 anni”

aumento-iva

L’allarme della Cgia di Mestre “Iva, aumentata 8 volte in 40 anni. Nessuno in Europa ha fatto peggio di noi”

L’Iva aumenterà o no? Dopo aver chiuso, per il momento, la questione Imu ecco aprirsi per il governo un altro grattacapo, quello riguardante il possibile incremento dell’aliquota ordinaria. Un aumento che è stato costante nel tempo come ha rivelato uno studio della Cgia di Mestre. Nei 40 anni passati dalla sua nascita l’Iva è infatti aumentata 8 volte e “l’incremento più alto fra i paesi europei è stato proprio quello dell’Italia”. Il rischio che vi sia un ulteriore rialzo è molto forte. Se ciò avvenisse, spiega la Cgia, “saremo destinati  a staccare tutti e ad aggiudicarci la palma dei più tartassati da questa imposta tra i paesi dell’Unione europea”.

Un record di cui certamente non si può andar fieri e che non produce gli effetti sperati. “L’ultimo ritocco e’ avvenuto nel 2011: tuttavia, nonostante l’aliquota ordinaria sia salita dal 20 al 21%, il gettito Iva ha subito un progressivo calo” rivela ancora l’associazione degli artigiani. “Certo – spiega il segretario della CGIA Bortolussi – la situazione economica generale ha influito moltissimo su questo risultato, tuttavia anche l’incremento dell’aliquota ha contribuito a penalizzare il gettito complessivo dell’imposta sul valore aggiunto”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments