•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 18 ottobre, 2013

articolo scritto da:

Ddl Stabilità, un miliardo di euro di sconto alle banche

cipro banche1

La nuova Legge di Stabilità sembra aver lasciato tutti insoddisfatti: dalla maggior parte delle forze politiche al cittadino medio, passando per i sindacati. Andando però a spulciare le norme inserite nel Ddl, c’è chi può festeggiare e ritenersi appagato. La riforma del trattamento fiscale delle perdite ad esempio va incontro alle ‘esigenze’ delle banche: gli istituti di credito, grazie alla finanziaria, sembra infatti che potranno godere di un’anticipazione delle detrazioni fiscali suIres e Irap, che ridurrà il loro carico fiscale di oltre un miliardo di euro solo nel prossimo biennio. Il calcolo riguarderebbe solo i primi nove istituti italiani. Ecco cosa scrive oggi Il Sole 24 Ore a riguardo:

“L’impatto si vedrà sul lungo termine, ma le nuove norme sulla deducibilità fiscale di svalutazioni e perdite sui crediti potrebbero consentire alle banche di incrementare i loro utili del 7% del 2014 e del 5% l’anno dopo; in pratica, un miliardo di profitti in più per le prime nove banche italiane in due anni.

La stima è di Mediobanca securities, che ha ragionato sulla base delle bozze del provvedimento, in base alle quali le perdite sui crediti – oggi deducibili in 18 anni sopra una franchigia pari allo 0,3% del totale del portafoglio crediti – potranno essere scaricati in cinque anni.

La norma dovrà essere prima ufficializzata e poi passare al vaglio di Camera e Senato, ma i benefici maggiori sembrano destinati alle banche con la situazione più problematica sul fronte dei crediti: è così che secondo gli analisti di Piazzetta Cuccia il maggior impatto potrebbe riguardare Bper e il Creval (+20% dell’utile 2014), mentre per UniCredit (+5%) i benefici sarebbero limitati dal fatto che molte svalutazioni su crediti hanno origine all’estero.

A esercitarsi sul tema ieri, anche gli economisti di Banca Imi, secondo i quali per UniCredit il beneficio fiscale 2013 sarebbe di 271 milioni (più 236 nel 2014 e 219 nel 2015), per Banca Mps di 101 milioni, per Ubi di 45 milioni, per il Banco Popolare di 48 milioni”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments