•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 22 novembre, 2013

articolo scritto da:

D’Alema sfida Emiliano: il big match delle primarie Pd

Governo, D'Alema sulla staffetta di ieri e di oggi

Le liste ufficialmente ancora non ci sono, ma gli elenchi dei sostenitori dei tre candidati alle primarie per la segreteria del Pd ormai sono fatti e la sfida più grande – non c’è dubbio – si giocherà in Puglia. Praticamente una partita nella partita, che catalizzerà l’interesse dei commentatori quasi quanto la competizione a livello nazionale. Perché lo scontro diretto tra capilista ha il peso di un derby, vedendo “affrontarsi” Massimo D’Alema Michele Emiliano.

D'Alema sfida Emiliano

L’ex presidente del Consiglio sarebbe in cima alla lista dei sostenitori di Gianni Cuperlo, il sindaco di Bari invece sarà il primo nell’elenco dei componenti dell’assemblea nazionale proposti da Matteo Renzi. La prima candidatura è quella più inattesa, soprattutto per chi sperava che D’Alema non si esponesse a “scottature” (non perché rischi di non essere eletto, ma per evitare che un eventuale risultato insoddisfacente abbia anche il suo marchio); la seconda era più prevedibile, ma certamente lo staff di Emiliano è rimasto sorpreso e dorme sonni meno tranquilli.

Nelle convenzioni precongressuali, del resto, la situazione pugliese è da considerare con attenzione. A livello regionale, infatti, Renzi ha portato a casa il 42% dei voti (e Cuperlo si è fermato al 33,6%, certamente meno delle aspettative); i cuperliani però hanno sbancato nel Salento (dove sta Gallipoli, storico collegio di D’Alema) e persino a Bari, città governata proprio da Emiliano.

Emiliano che si divide tra ironia e sarcasmo velenoso: da una parte si dice rammaricato per la candidatura di D’Alema, che “pensavo si occupasse di cose più importanti” come il Quirinale; dall’altra sostiene che Gianni Cuperlo sia “la provocazione di D’Alema, che una volta eletto segretario non avrebbe alcuna autonomia”. D’Alema, invece, per ora non parla (ma forse lo farà dopo la presentazione delle liste, prevista per ora per il 25 novembre); nel frattempo, c’è chi parla di caldi inviti di alcuni dirigenti Pd ai segretari di circoli locali perché inseriscano persone convincenti nelle liste di Cuperlo, anche quando localmente ha prevalso Renzi. Il fischio d’inizio ancora è lontano, ma la partita è già accesa.

Gabriele Maestri


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

28 comments
Brunilde Bertacco
Brunilde Bertacco

D'Alema ossia l'invidia fatta persona,ha fatto più danni che cose positive...ma sparisci traditore anzi sei un Iago.

Michele Molinaro
Michele Molinaro

Ma quando vai in pensione mai.sei la rovina del PD,e stai danneggiando Cuperlo per la tua vicinanza a lui.

Tania Giordano
Tania Giordano

Non si rassegna........convinciti sei al tramonto, esci di scena in punta di piedi ci guadagni la faccia

Massimo Bagnoli
Massimo Bagnoli

Lo facevo meno coraggioso. Evidentemente gli hanno assicurato l'esito positivo della sfida.

Gastone Losio
Gastone Losio

Che ci faceva un emiliano in Puglia? Un forte benvenuto al "migliore" e ancora mi trattengo.

Sandro Paolo Merella
Sandro Paolo Merella

Non sopporto più D'Alema, ma se devo scegliere fra lui e Renzi, non ho dubbi. meglio Massimino! Renzi è la fine della Sinistra!

Fernando Giannoni
Fernando Giannoni

Se partecipa D'Alema il risultato è scontato: vince Emiliano.

Francesca Vendramin
Francesca Vendramin

Hahaha D'Alema..proprio vero, nonostante vitalizi e pensioni doppie o triple non rinunciano mai alla poltrona. Uno degli emblemi del fallimento in Italia degli ultimi 20 anni .

Loris Accica
Loris Accica

D'Alema ancora non soddisfatto dei suoi errori a partire dalla bicamerale, con gli attacchi ai colleghi e le sferzanti recensioni riesce a dividere anche quando il partito potrebbe avere il consenso per vincere.

Giuseppe Bonura
Giuseppe Bonura

con la speranza che vinga Emiliano ,e D'Alema si tolga dalle palle

Giuseppina Congiusta
Giuseppina Congiusta

questo ancora continua a sfidare, non l'ha capito che anche lui è al tramonto. si rassegni.

Luca Gabbi
Luca Gabbi

CHE IDIOTA! È PER COLPA DI EBETI COME QUESTO CHE IL PD PERDE... BLOCCARE IL CANDIDATO DEL TUO PARTITO?!?!?! MA VAFF.....!

Pistidda Giuseppe
Pistidda Giuseppe

percarità non ti basta il danno che hai fatto con le privatizzazioni