•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 10 dicembre, 2013

articolo scritto da:

Cuba, cancellato il debito con Mosca

Putin e Castro

Dopo la rivoluzione del 1959, Cuba divenne un affidabile alleato durante la Guerra Fredda, diventando sempre più dipendente dai mercati e dagli aiuti militari dell’Unione Sovietica. In particolare, nel 1972 aderì al Consiglio di mutua assistenza economica (COMECON), ovvero l’organizzazione economica degli stati comunisti. Fino alla dissoluzione dell’Unione Sovietica, il governo sovietico mantenne stretti rapporti con quello dell’Avana, ma in seguito l’economia cubana entrò in una fase critica segnata da un forte calo di esportazioni della produzione di zucchero, agrumi e petrolio. I sovietici, infatti, non potevano più mantenere i propri impegni commerciali con Cuba, e conseguentemente la storica alleanza fra i due Paesi si compromise seriamente.

Dopo la salita al potere di Vladimir Putin in Russia, le relazioni diplomatiche tra Cuba e le nuove istituzioni russe migliorarono considerevolmente, sia in ambito politico sia in quello economico. Nel luglio 2009, a seguito della firma di un accordo fra i due Paesi, la Russia avviò un programma di esplorazione petrolifera presso le coste cubane, mentre di recente sono stati siglati degli accordi in materia di istruzione, sanità e aeronautica.

Castro

La Russia, oltre ad essere un valido partner del governo cubano, ne è anche il principale creditore considerato che si tratta di uno dei debiti più elevati fra quelli contratti dagli Stati alleati verso l’ex Unione Sovietica. A tal proposito, è stata annunciata la firma dell’accordo per la cancellazione del 90% dei 32 miliardi di dollari di tale debito: un’intesa preliminare era già stata firmata a febbraio, in occasione della visita del Primo ministro russo Dmitrij Medvedev a Cuba.

Quest’accordo, siglato a Mosca durante lo scorso ottobre, permetterebbe un miglioramento dei rapporti commerciali fra i due Paesi, garantendo nuovi investimenti: infatti, secondo alcuni analisti, la Russia sarebbe interessata ai giacimenti petroliferi della piattaforma cubana, esplorati in precedenza dalla compagnia russa JSC Zarubezhneft.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

11 comments
Francesco Stragapede
Francesco Stragapede

Sara anche giusto cancellare il debito di alcuni paesi, ma mi piacerebbe proprio sapere poi alla fine chi si carica sulle spalle di questa cancellazione... MA......

Vito Martinelli
Vito Martinelli

Occhio frau Merkel perché se cade l'Italia e senti fastidio dietro è l'uccello padulo in arrivo......

Stefano Borroni
Stefano Borroni

Ma quale Balla. Questi sono soldi che i Russi hanno prestato ma non gli torneranno più indietro. Ma hai idea di cosa sia almeno il debito sovrano? :D

Giovanni Facchini
Giovanni Facchini

Se si vuole si può...( a proposito della "balla" del "debito sovrano" )