•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 31 dicembre, 2013

articolo scritto da:

Macaluso “Riforme entro l’estate o Napolitano si dimetterà”

La minaccia delle dimissioni da parte di Giorgio Napolitano qualora le riforme promesse non dovessero essere attuate non è una notizia priva di fondamento. L’indiscrezione apparsa sul Corriere di ieri trova conferme anche tra i personaggi politici più vicini al capo dello Stato. Tra questi vi è l’ex parlamentare Emanuele Macaluso che, in un’intervista a Repubblica, dice che l’arma delle dimissioni era stata sventolata da Napolitano già durante il suo discorso d’insediamento. “Il presidente aveva parlato di un anno e sei mesi per modificare la Costituzione, quindi entro l’estate-autunno. Aveva vincolato la sua rielezione a tre punti fondamentalmente: rifare la legge elettorale, riformare il Senato, ridurre il numero dei parlamentari. ‘Altrimenti non ci sto’. Giorgio lo conosco da una vita, sarà fedele a quel che ha detto”. “Quando il Capo dello Stato accettò il bis – ricorda Macaluso – tutti lo applaudivano a Montecitorio, e più lui li sferzava più loro gli dicevano evviva. A cominciare da Silvio Berlusconi, che gli aveva chiesto in ginocchio di accettare il secondo mandato”.

macaluso_emanuele

Secondo l’ex esponente del Pci “le opposizioni vogliono demolire il sistema politico costituzionale di cui Napolitano è stato il garante”. E la richiesta di impeachment “è ridicola – attacca – La messa in stato d’accusa si chiede per alto tradimento, qua il tradimento dove sarebbe?”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

27 Commenti

  1. Alberto Rilla ha scritto:

    Beh se si dimette anche prima ci fa un piacere. Forza M5S!!!!!

  2. Gianluca Riccio ha scritto:

    Ma cosa dice Macaluso? Quali opposizioni? Il Governo gode di una maggioranza ampia e può prendere tutti i provvedimenti che ritiene, è proprio l’inattività e l’incapacità della maggioranza a costituire una minaccia per la costituzione.

  3. Paolo Sardelli Orietta Muro ha scritto:

    ci risiamo….. è la novella dello stento che si ripete all’infinito,finitela di prendere gli italiani x i fondelli

  4. Domenico Bianco ha scritto:

    è stato lui a demolire il sistema costituzionale e a trasformarlo di fatto in “repubblica presidenziale”

  5. Annamaria Cesini ha scritto:

    Per la prima in vita mia dò ragione a Macaluso

  6. Silvano Sussi ha scritto:

    Ma quale garante…. ma per favore Macaluso, capisco devi difendere un amico, c’è un limite a tutto. 🙁

  7. Pino Iaco ha scritto:

    Opposizione??? Non pervenuta…..i problemi dono dentro la maggioranza e dentro il pd…il resto è tutta gogliardia

  8. Naspini Fabio ha scritto:

    Sisi, per Napolitano le dimissioni sono come la dieta : sempre a ripetersi ” la comincio domani “.

  9. Susanna Conti ha scritto:

    Macaluso, che e’ sempre stato un “destro”, come Napo, peraltro, non si smentisce nella sua visione conservatrice…. Cari ex-compagni,dopo i guai che avete combinato, xke’ non vi godete in privato le vostre pensioni di platino e lasciete in pace tutti noi?

  10. Rodolfo Bolla ha scritto:

    Giorgio Napolitano è stato il garante di uno Stato che, a dirla con un eufemismo, ha fatto veramente PENA, SCHIFO e ORRORE. Ricordo la terra dei fuochi, gli accordi Stato/mafia; l’introduzione della precarietà; il raddoppio della povertà; la distruzione dei diritti dei lavoratori; l’incapacità di dare una risposta a evasione corruzione e disoccupazione; ha firmato una legge elettorale incostituzionale “Porcellum”; il non rispetto della volontà popolare ignorando le leggi di iniziativa popolare e gli esiti referendari. Questo Stato, grazie al determinante contributo di Giorno Napolitano, è stato governato da politici mafiosi, corrotti e ladri, molti dei quali già condannati. Napolitano nulla ha fatto contro la formazione di una casta che ha deciso per sé una infinità di privilegi, consentendole di evitare i sacrifici necessari ad affrontare la grave crisi del Paese.
    Giorgio Napolitano, prima se ne va con infamia e disonore, meglio è per il Paese e gli italiani.

  11. Stefano Ciceri ha scritto:

    è come dire : “possiamo stare senza fare un cazzo altri 9 mesi”, ma andate a raccogliere ortiche!!!!

  12. Gianni Gavin ha scritto:

    Aaah se lo dice Macaluso, va va

  13. Agostino Menchini ha scritto:

    dimissioni subito …..

  14. Mario Piccoli ha scritto:

    . . . NAPOLITANO SI DEVE DIMETTERE, IL PEGGIOR P.d.R. MA PRIMA SCIOLGA LE CAMERE E SI VADA ALLE ELEZIONI . . . . DIMISSIONI CON DISONORE . . . .

  15. Roberto Giardina ha scritto:

    noooooo….prima

  16. Antonio Palozzo ha scritto:

    Se aspettiamo ancora, il nostro sistema politico si sgretolerà. Il presidente della Repubblica dovrà avere il coraggio di stabilire un limite, alla sottoclasse politica, entro il quale sen non fanno la riforma elettorale si dovrà dimettere, per rispettare l’impegno preso del secondo mandato.

  17. Silvia Girasole ha scritto:

    quando una classe politica opera sotto ricatto, da qualunque parte provenga, non sortisce niente di buono. forse sarebbe stato meglio sciogliere le camere invece di accettare un secondo mandato.

  18. Enzo De Carolis ha scritto:

    Macaluso e Napolitano e Berlusconi e Casini e Vendola e prima i salottieri Bertinotti e compagnia si identificano con il sistema politico, di cui fanno parte anche altri, si identificano con le Istituzioni, si identificano con lo Stato, chi non è con loro è eversivo. Nossignori! Non è cosi’, siete una banda che ha continuato a fare i propri comodi almeno negli ultimi 30 anni, venendo a patto con la mafia in nome del vostro benessere e della vostra superprotetta tranquillità. Chi ha fatto il proprio dovere di cittadino?! Bravo a patto che non si lamentasse, che non sollevasse obiezioni, che non toccasse le vostre posizioni di potere.

  19. Gaetano Fano ha scritto:

    Vecchi amici di bottega al servizio di Stalin.

  20. Roberto Frossati ha scritto:

    Bene, anche ora non sarebbe male. C’era la possibilità di mettere Prodi o Rodotà, i Poter Forti, in un modo o nell’altro non hanno voluto, è palese…

  21. Comitato Risveglio ha scritto:

    il sistema politico si è demolito da solo..non ci crede più nessuno a questo sistema!

  22. Giorgio Sornicola ha scritto:

    che si dimetta ci faccia questo regalo

  23. Agostino De Stefano ha scritto:

    Resisti, Giorgio e non ti curare dei buffoni!

  24. Sergio Rossi ha scritto:

    Riforme subito.Chiudersi in una stanza,e uscirne dopo averle fatte.2014 non scherzare più.

  25. Sergio Pisano ha scritto:

    Macaluso un altro bugiardo.

  26. Giuseppe Bonura ha scritto:

    solo l’odio vi fa scrivere certe pansane

Lascia un commento