•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 9 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Job act, l’Ue promuove il piano renziano “Va nella direzione indicata dall’Europa”

Lavoro, Renzi e la bozza del Job Act

Lavoro, Renzi e la bozza del Job Act

Matteo Renzi annuncia “tra 8 mesi il nuovo codice”. Nella ultima Enews il segretario del Pd anticipa come intende rivoluzionare il mercato del lavoro in Italia. L’intenzione di Renzi passa attraverso un codice del lavoro che racchiuda e semplifichi tutte le regole attualmente esistenti e sia ben comprensibile anche all’estero. La presentazione ufficiale del documento ci sarà il prossimo 16 Gennaio. Perché si tratta di un “documento aperto da far diventare nel giro di un mese un documento tecnico”. In cosa consiste il Job Act di Renzi?

Ridurre del 10% il costo dell’energia – Primo obiettivo: ridurre del 10% il costo dell’energie a vantaggio delle aziende.

IRAP da ridurre – Meno tasse per chi produce lavoro. Riduzione del 10% dell’IRAP per le aziende: “egnale di equità oltre che concreto aiuto a chi investe”.

Burocrazia – Adozione dell’obbligo della trasparenza: le amministrazioni pubbliche, i partiti, i sindacati hanno il dovere di pubblicare online ogni entrata e ogni uscita, in modo chiaro e circostanziato.

Niente obbligo di iscrizione alle Camere di Commercio – Eliminazione dell’obbligo per le aziende di iscriversi alle Camere di Commercio le cui funzioni vanno assegnate a Enti territoriali pubblici.

No a dirigenti a tempo indeterminato nel pubblico – Non ci sarà più alcun dirigente a tempo indeterminato nel settore pubblico.

Il piano individua i settori che saranno oggetto nel vero e proprio «jobs act» di singoli e dettagliati piani industriali: cultura, turismo, agricoltura e cibo, accorpati insieme. Made in Italy, dalla moda al design, Ict, Green economy, nuovo welfare, edilizia e manifattura.

Lavoro, Renzi e la bozza del Job Act

REGOLE: Riduzione delle varie forme contrattuali, oltre 40, verso un contratto di inserimento a tempo indeterminato e a tutele crescenti. Assegno universale per chi perde il posto di lavoro, anche per chi oggi non ne avrebbe diritto, con l’obbligo di seguire un corso di formazione e di non rifiutare una nuova proposta di lavoro.

Ministro del Lavoro Giovannini “La proposta di Renzi va dettagliata meglio” – Per il ministro “la proposta di Renzi sulla natura dei contratti e le tutele ad essi collegati non è nuova, ma va dettagliata meglio”. Giovannini inoltre fa notare come “molte delle proposte presentate da Renzi in questa lista prevedono investimenti consistenti”.

Ue promuove la proposta di Renzi – “Alcuni dei punti chiave del jobs act del segretario del Pd Matteo Renzi sono in linea con le raccomandazioni Ue sul mercato del lavoro anche se aspettiamo i dettagli”. Il commissario Ue al Lavoro Lazlo Andor, a margine di una conferenza stampa, promuove il piano di Renzi per il lavoro. A suo parere, bisogna infatti rendere “più inclusivo e dinamico” il mercato del lavoro in Italia. I fattori negativi che incidono di più sono “l’eccessiva segmentazione e il gap generazionale” tra le persone colpite dalla disoccupazione. Per Andor, il tema della disoccupazione è “un tema molto serio e sta diventando un problema sociale, economico e politico non solo in Italia ma a livello europeo”. Andor ha infine ricordato che il prossimo mese di luglio, probabilmente, si terrà un incontro a Roma proprio sulla disoccupazione.

 

Giuseppe Spadaro

 

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

18 Commenti

  1. espifra ha scritto:

    TermometroPol Non so perché ma ero convinto che GIOVANNINI avrebbe subito risposto con i SE e i MA !!!!!

  2. Fabri_Biscotti ha scritto:

    TermometroPol occhio ad attraversare la strada allora

  3. Paolo Poio Sabbioni ha scritto:

    l’idea è buona anche è stato preso tutto dal 5 stelle con l’introduzione di più forme contrattuali…..ma è troppo generale come la ha messa Renzi: “Assegno universale per chi perde il posto di lavoro, anche per chi oggi non ne avrebbe diritto, con l’obbligo di seguire un corso di formazione e di non rifiutare una nuova proposta di lavoro”da come sembra è prevista una forma di “reddito di cittadinanza” tuttavia cosa vuol dire che se gli viene offerto un lavoro ha l’obbligo di accettare? se uno faceva l’insegnate e gli viene offerto un posto di lavoro come operaio generico deve accettare…
    Domanda: i fondi ci sono o è solo un idea di Renzi campata per aria? i 5 stelle prima di fare la loro proposta hanno visto se c’erano fondi disponibili

  4. Francesco E Basta ha scritto:

    Un unica parola.. Sono dei pasticcioni.. Non hanno la più pallida idea di cosa fare x far partire questo paese! Io ce l’avrei.. E partirei dai mega stipendi d’oro.. Poi tabulati rasa sugli sprechi.. Eliminare i dirigenti pubblici che hanno le aziende pubbliche in rosso chiedendogli i danni con decurtazioni dello stipendio, e poi riduzione drastica delle tasse ad iniziare dall’ IVA e dalle tasse sul lavoro.. Idee ce ne sarebbero tante! Purtroppo meglio tenersi la crisi perché nel caos si sta a galla meglio

  5. Beppe Roca ha scritto:

    Booo….se manca la domanda si può ridurre tutto ad un unico contratto non cambia nulla.

  6. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Giovannini si dia una mossa, invece di continuare a girarsi i pollici! In tutti gli Stati, si sono fatti investimenti. E’ una novità solo per il sig. Giovannini?

  7. Anna Zappulla ha scritto:

    mi piace molto, ma… dove si trovano i soldi????

  8. Beppe Roca ha scritto:

    Allò è un bel suppostone…

  9. Ivan D'Alessandro ha scritto:

    Renzi chi?

  10. Isa Poli ha scritto:

    Oggi tutticriticano, domani ci diranno che sono stati loro a proporlo.

  11. Luigi Russo ha scritto:

    l ue è quella che ha anche promosso il piano di monti e le sue misure ma di che parliamo….

  12. Luisa Bacocchia ha scritto:

    tagliate i vostri principeschi stipendi

  13. Alessandra Zaccari ha scritto:

    e andare invece in direzione degli interessi dell’Italia e degli italiani no? Anche il sig. Renzi chiaramente complice della svendita del nostro paese alle lobbie internazionali. Questi politici anti-italiani e anti-popolo, che svendono dignità e sovranità dei popoli e delle nazioni vanno cacciati a pedate nel sedere, senza se e senza ma.

  14. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    e quando toccherà l’art. 18 cambierà nome in “anal intruder”

  15. Fioravanti Lorena ha scritto:

    io assumerei molti finanzieri a controllare e chi evade in carcere

  16. Fioravanti Lorena ha scritto:

    i soldi si trovano da chi ruba

  17. Mauro Tornaghi ha scritto:

    ci voglioni investimenti? ma cosa pretendono che siiano i lavoratori a ppagare i padroni?

Lascia un commento