•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 14 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Milano batte Siena e vince la sfida degli ex

Milano batte Siena e vince la sfida degli ex

Basket Serie A 15° giornata:  Milano batte Siena e vince la sfida degli ex. Brindisi e Cantù restano al comando.

Grissin Bon Reggio Emilia – Sidigas Avellino:  96-73

Ancora un volta Reggio impone la legge del PalaBigi e anche l’ambiziosa Sidigas cade sotto i colpi di Cinciarini e compagni. Primo quarto da 32-8 per i reggiani e partita virtualmente chiusa. I restanti 30 minuti hanno mostrato la differenza  di approccio alla partita delle due squadre ed un passivo che è stato per larga parte della partita sui 30 punti. (Cinciarini 17 pt, White 16; Lakovic 15, Richardson 14).

 

Reyer Venezia – Victoria Libertas Pesaro:  89-65

Il ritorno dell’amatissimo Young a Venezia non è coinciso con una vittoria per Pesaro. La squadra di Dell’Agnello si fa sorprendere nella ripresa da una Reyer straripante che domina a rimbalzo e bombarda da tre punti una Pesaro che contrariamente sbaglia tutto lo sbagliabile. Non sono certo queste le sfide da vincere per i pesaresi, ma nemmeno da chiude con passavi troppo ampi. Ottimo il secondo tempo di Venezia guidata da uno Smith in formato Eurolega. (Smith 21 pt, Easley 18; Young 16 pt, Anosike 13).

Andrè Smith, trascinatore di Venezia

Andrè Smith, trascinatore di Venezia

Cimberio Varese – Acea Roma:  78-86

Poteva essere la volta buona per vincere contro una grande e mettersi alle spalle una mezza stagione disastrosa. Non è stato così, Varese cade ancora e lo fa con un terzo quarto non giocato in cui la squadra di Frates prende un parziale di 3-23 compromettendo di fatto il match. Roma ringrazia e continua la sua corsa nei piani alti di una classifica che fa sempre più sorridere una squadra concreta come quella di Dalmonte. Per Varese è ancora notte fonda. (Banks 16 pt, Polonara 14; Baron 22 pt, Taylor 19).

 

Pasta Reggia Caserta – Giorgio Tesi Group Pistoia:  80-74

Esce alla distanza una Caserta che con fatica riesce ad avere la meglio di una Pistoia mai doma. 5 uomini in doppia cifra e +11 nel computo dei rimbalzi complessivi. Questi sono i numeri che fotografano la vittoria della Pasta Reggia che grazie all’ottimo contributo di Michelori e Brooks si è garantita tanti preziosi rimbalzi e secondi tiri. Per Pistoia una battuta d’arresto forse più per la classifica che per il morale. (Roberts 16 pt, Brooks 15; Wanamaker 17 pt, Gibson 15).

 

Enel Brindisi – Banco di Sardegna Sassari:  89-80

L’altra capolista con Cantù impone un’altra pesante sconfitta a Sassari dopo quella con Milano e chiude meritatamente al primo posto l’andata. Partita a strappi, fatta di break e contro break, dove la miglior percentuale nelle triple ha permesso a Brindisi di scavare il solco decisivo. Sassari priva di Travis Diener e con il ritorno di Drew Gordon, non è riuscita a dare la sterzata decisiva dopo un terzo quarto chiuso in bellezza. Lewis e co.  nel finale hanno preso così lo scalpo di un’altra grande del campionato. (Lewis 22 pt, Dyson 17; D. Diener 19, Caleb Green 18).

Lewis, arma in più per l'Enel

Lewis, arma in più per l’Enel

 

Sutor Montegranaro – Vanoli Cremona:  90-95

Altra domenica da dimenticare per una Sutor che non ne vuole sapere di risollevarsi. A Montegranaro passa così anche Cremona che piano piano si sta ritrovando dopo l’esonero di coach Gresta. Decisiva la spallata alla partita degli ospiti nel terzo quarto a cui i marchigiani hanno cercato invano di porre rimedio. (Cinciarini 20 pt, Mayo 15; Woodside 24 pt, Jackson 26).

 

Granarolo Bologna – Acqua Vitasnella Cantù:  69-78

Cantù vince una partita difficile a Bologna mettendo in mostra un gioco migliore e bloccando i bolognesi a soli 69 punti segnati con i soli Ware e Hardy in doppia cifra. Buona partita per i canturini che ritrovano Marconato e si tengono in scia di Brindisi chiudendo un fantastico girone d’andata a quota 22 proprio insieme ai puglesi. (Hardy 18 pt, Ware 13; Uter e Jenkins 18 pt).

 

EA7 Emporio Armani Milano – Montepaschi Siena:  66-56

Il big match di giornata e dell’intero girone d’andata, si chiude a fare della nuova Milano un po’ senese nell’anima. Sono infatti gli ex Moss e Hackett nel terzo quarto a svegliare i milanesi dal torpore ed a spezzare l’inerzia senese propiziando un parziale che gli ospiti riusciranno solo ad avvicinare. Non è bastata infatti la verve di Hayes o la fisicità di Hunter e Carter a permettere a Siena di recuperare una partita giocata senza timori reverenziali contro una Milano dalle mille bocche da fuoco. Qualche libero sbagliato di troppo ed un paio di tap-in sfortunati non hanno permesso agli uomini di Crespi una incredibile rimonta. ( Langford 20 pt, Moss 16; Hunter e Hayes 12 pt).

David Moss, protagonista contro la sua ex squadra

David Moss, protagonista contro la sua ex squadra

 

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento