20 gennaio, è il D(onald) Day: il giuramento dello spartiacque e la nuova geopolitica mondiale

20 gennaio, è il D(onald) day: il giuramento dello spartiacque 20 gennaio 2017: la data da cerchiare in rosso sui calendari è giunta. Obama is out, Trump is in. Da oggi, il mondo cambierà per davvero (dopo più di due mesi per prepararsi alla transizione dal democratico al repubblicano). Donald Trump ha già fatto parlare di sé per il cambio di prospettiva geopolitica: la nuova alleanza con la Russia, l’ostilità verso la Cina, l’appoggio ai reazionari europei. Il giuramento di oggi sarà un vero e proprio spartiacque per il mondo, che segnerà l’inizio di una nuova fase della geopolitica mondiale. 20 gennaio, ‘D’ day: il cambio dell’assetto geopolitico mondiale La Russia è il nuovo alleato, la Cina è il nuovo ostile. Fino a ieri, le schermaglie tra Trump e Xi Jinping potevano solo preannunciare i cambiamenti che sarebbero occorsi dal giorno 20 gennaio. Prima, la chiamata con la Presidentessa di Taiwan che ha fatto innervosire la Cina (la quale non riconosce l’autonomia dell’isola). La risposta di Xi non si è fatta attendere: il dispiegamento nel mare cinese meridionale ha fatto preoccupare – e non poco – l’amministrazione Obama e l’entrante cabinet repubblicano. Infine, la dichiarazione dello stesso presidente Xi Jinping a... View Article