Economia Italia: Mattarella in Cina a prenotare un posto sulla nuova Via della Seta

In collaborazione con Mediterranean Affairs  Sono due i principali temi che hanno fatto da cornice alla recente visita di stato del Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, che tra il 21 e il 26 febbraio si è recato in Cina: la nuova “Via della Seta” e il multilateralismo. La nuova grande iniziativa, non per niente, è uno dei tanti strumenti di cui la Cina si vuole avvalere per esportare il proprio concetto di multilateralismo (duōbiān zhǔyì, 多边主义) e globalizzazione (quánqiúhuà,全球化), fattori, secondo il Segretario del Partito, in grado di contrastare la nuova possibile insorgenza del protezionismo. Questa è la formula che il Presidente Xi Jinping ha proposto a Davos, durante il World Economic Forum 2017. Economia Italia: Mattarella a Pechino L’esito della missione che ha condotto Mattarella a Pechino, Shanghai, Xi’an e Chongqing è stato certamente positivo. Mattarella ha riconfermato, in primis, l’assoluto interesse e il categorico impegno italiano a voler esser parte attiva della nuova “Via della Seta” e dei suoi corollari nelle vesti di polo geostrategico nel Mediterraneo. Pechino, da parte sua, ha accolto con piacere queste dichiarazioni. Nonostante diversi analisti cinesi concordino sulle difficolta di crescita del PIL italiano e reputino pericolosi i flussi migratori verso l’estero per... View Article