Sondaggi elettorali IPSOS: M5S e PD appaiati. Male il centrosinistra

Sondaggi elettorali IPSOS: M5S e PD appaiati. Male il centrosinistra L’ultima rivelazione elettorale di IPSOS – effettuata tra il 25 e il 26 maggio – vede i primi due partiti d’Italia praticamente appaiati. In leggerissimo vantaggio il Movimento 5 Stelle, che ottiene il 30,5% delle intenzioni di voto contro il 30,4% del PD. Uno scarto minimo che, indipendentemente dall’ordine, mostra la vitalità dei due schieramenti maggioritari degli ultimi anni. Sondaggi elettorali IPSOS: il tripolarismo è una realtà Nonostante il terzo partito sia decisamente staccato – Forza Italia di Silvio Berlusconi ottiene il 13,2% delle preferenze – il centrodestra unito potrebbe raccogliere un terzo dell’elettorato. Se si includono, infatti, leghisti e sovranisti di Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia), si somma il 30,6% delle preferenze: risultato ancor maggiore dei primi due partiti d’Italia. Tuttavia, sembra che una alleanza elettorale nel centrodestra non consenta di sommare aritmeticamente e che una parte del voto si disperderebbe tra PD (per i moderati forzisti) e M5S (per una parte di sovranisti). Ciò nonostante, il tripolarismo è ormai una realtà consolidata del sistema politico italiano; ancor di più se si dovesse approvare il Rosatellum, legge elettorale con una soglia di sbarramento decisamente alta. Sondaggi elettorali IPSOS: centrosinistra necessita... View Article