•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 7 maggio, 2014

articolo scritto da:

Travaglio: “io a Mediaset? se mi dessero carta bianca ci andrei anche domani”

marco travaglio - referendum costituzionale

“Fuori da ‘Servizio Pubblico’? Dipende da Santoro”. Questo è uno dei passaggi dell’intervento di Marco Travaglio a ‘Un Giorno da Pecora’, trasmissione di Rai Radio2.

“Santoro è il padrone della trasmissione, e quindi sceglie lui i collaboratori”, aggiunge Travaglio, che tuttavia precisa: “scommettere soldi sulla mia riconferma? sì, lo farei“. Quindi una battuta sul confronto con il conduttore della trasmissione di La7: “dice di essere il vero liberale tra noi due? no, sono io, lui è di sinistra”.

marco travaglio

Dal vicedirettore del ‘Fatto Quotidiano’ anche una battuta su Grillo (“non gli auguro di diventare premier, perchè non è portato”) e sull’eventualità che possa chiudere qualche trasmissione tv una volta insediatosi a Palazzo Chigi (“non credo”), come già fatto da Berlusconi con il famoso ‘editto bulgaro’ nei confronti di Biagi, Luttazzi e lo stesso Santoro. Da Travaglio anche una difesa di ‘Servizio Pubblico’, dopo gli attacchi dello stesso Grillo:  “qui non c’è niente di preconfezionato, la trasmissione è onesta”.

La notizia più curiosa è invece un’altra, e riguarda proprio il leader di Forza Italia, o meglio, le sue tv. “L’eventualità di lavorare a Mediaset? Dipende: se mi lasciano dire quello che voglio sarebbe molto divertente, ci andrei domattina“, pur precisando di avere ancora un anno di contratto per La7. Stesso discorso per quanto riguarda la RAI: “se mi danno carta bianca, ci vado subito”.

Emanuele Vena

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: