Politica in pillole del 28 settembre 2015

Pubblicato il 28 Settembre 2015 alle 16:33 Autore: Redazione
politica in pillole

Politica in pillole di lunedì 28 settembre 2015. Le più interessanti dichiarazioni politiche di oggi le trovate qui!

  • “Quella della Catalogna è soprattutto una vittoria della democrazia e della partecipazione dei cittadini che hanno fatto una scelta chiara con il loro voto, chiedendo l’indipendenza da Madrid” Paolo Grimoldicommissario della Lega Lombarda.
  • “Nel 21esimo Secolo non possiamo costruire muri e steccati” Ban Ki-moonsegretario generale dell’Onu.
  • “I sostenitori della rottura non hanno mai avuto l’appoggio della legge e da ieri sappiamo che non hanno neppure l’appoggio della maggioranza della società catalana” Mariano Rajoy, premier spagnolo.
  • “Avevo pronta la valigia per andare in Nigeria, con una delegazione di imprenditori che avrebbero voluto portare lavoro e investimenti in un paese che potrebbe essere ricchissimo. Evidentemente a qualcuno dava fastidio e quindi ho ritirato il passaporto senza il visto. Forse per qualcuno era una missione scomoda” Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord.
  • “Renzi ha detto di no agli interventi militare in Siria: è un senza palle. Io sono sempre per il dialogo, ma non con i tagliagole, in Siria e in Libia bisogna intervenire con le armi, militarmente e massicciamente” sempre Matteo Salvini.
  • “Riguardo alla definizione di sfigato rivolta nei miei confronti dal presidente Berlusconi, dimostra, purtroppo, oltre ad essere privo di buon gusto, di essere solo capace di ridicolizzare e offendere chi non è più ai suoi ordini, senza alcun rispetto di una storia e di un rapporto personale durato più di vent’anni” Sandro Bondi, senatore del gruppo Misto ex FI.
  • “I raid aerei francesi contro l’Isis in Siria sono al di fuori del diritto internazionale perchè senza l’autorizzazione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu e il via libera del governo legittimo siriano” Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo.
  • “Dalla Costituzione di Pertini alla Costituzione di Verdini. È veramente triste il silenzio del Partito Democratico di fronte al racconto che Verdini ha fatto di quello che nelle retrovie del palazzo sta succedendo” Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà.
  • “Mi piacerebbe tanto andare in Cina. Io amo il popolo cinese. Gli voglio bene” Papa Francesco.
  • “La camorra e le mafie possono essere sconfitte. La camorra e le mafie saranno sconfitte. E voi, giovani di Napoli, sarete alla testa di questa storica vittoria” Sergio Mattarellapresidente della Repubblica.
  • “Dire questo significa essere non solo ignorante ma anche arrogante e supponente”  Alessandro Barbano, direttore de Il Mattino di Napoli, a proposito della frase di Rosy Bindi sulla camorra (camorra come elemento costitutivo di Napoli, ndr).
  • “Berlusconi? È un vecchio nostalgico” Giuliano Urbani, storico, allievo di Norberto Bobbio e già ministro dal 2001 al 2005 del governo Berlusconi.
Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →