22/12/2015

Sondaggio EMG per il Tg La7: il PD “rifiata”, ma il M5S raggiunge il suo massimo storico (21/12)

autore: Francesco Anania
sondaggio emg intenzioni di voto pd centrodestra ballottaggio

Presentato nel corso del Tg La7 di lunedì 21 dicembre l’ultimo sondaggio EMG del 2015 sulle intenzioni di voto ai partiti, con la simulazione di due possibili scenari del secondo turno previsto dall’Italicum. Rispetto alla precedente rilevazione si osserva una variazione significativa degli astenuti, i quali diminuiscono al 41,3%, mentre aumentano in maggior misura gli indecisi, questa settimana pari al 19,4%.

Sondaggio EMG: segno “meno” per Lega e Forza Italia

Fra le forze politiche, dopo settimane di evidente difficoltà “rifiata” il Partito Democratico, che non subisce gli effetti della mozione di sfiducia nei confronti del Ministro Maria Elena Boschi e risale, anzi, di circa mezzo punto percentuale fino all’odierno 30,8%. Cresce leggermente rispetto alla scorsa settimana anche il Movimento 5 Stelle che raggiunge il 28,1%, massimo storico per l’istituto di Masia. Arretrano lievemente, invece, sia la Lega Nord (15,9%) che Forza Italia (11,6%). Fra i partiti minori, Fratelli d’Italia si attesta al 4,9%, Sinistra Italiana arretra al 3,3% ed è pressoché stabile al 2,5% Area Popolare (NCD-UDC).

Nell’ipotesi in cui il centrodestra si presenti con un’unica lista, inoltre, il sondaggio EMG mostra, come già la scorsa settimana, una distanza minima fra le liste di PD, Centrodestra e Movimento 5 Stelle, con la lista unitaria che come spesso accade raccoglierebbe meno della somma dei singoli partiti che la comporrebbero e i “pentastellati” che con questo scenario, invece, guadagnerebbero oltre un punto percentuale e mezzo. Ancora più deboli, inoltre, sarebbero Sinistra Italiana e la lista NCD-UDC.

sondaggio emg intenzioni di voto astensionesondaggio emg intenzioni di voto pd m5s legasondaggio emg intenzioni di voto pd m5s centrodestra

Sondaggio EMG: al ballottaggio Pd sempre sconfitto dal M5S ma allunga sul Centrodestra  

Nelle due ipotesi di ballottaggio presentate dal sondaggio EMG, il Movimento 5 Stelle si conferma in vantaggio (52,3%) nello scontro diretto con il PD, con dati pressoché invariati rispetto alla scorsa settimana; è il partito del premier Matteo Renzi che, invece, con il 51,8% (in crescita rispetto alla precedente rilevazione) prevarrebbe su una lista unitaria del Centrodestra.

sondaggio emg intenzioni di voto pd m5s ballottaggio

sondaggio emg intenzioni di voto pd centrodestra ballottaggio

Clicca qui per gli ultimi sondaggi politici elettorali, partito per partito

 

Autore: Francesco Anania

Classe ‘84, si laurea in Politica e Istituzioni Comparate all’Università degli Studi di Milano. Successivamente consegue il Master in Fonti, Strumenti e Metodi per la Ricerca Sociale presso la Facoltà di Scienze Statistiche dell’Università La Sapienza di Roma e accumula esperienze in diversi ambiti, lavorando tra l’altro presso l’istituto di ricerche Ferrari Nasi & Associati e in Regione Lombardia. Ha pubblicato una raccolta di poesie ed è appassionato di politica, world music e calcio. Collabora con Termometro Politico dal 2013.
    Tutti gli articoli di Francesco Anania →