•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 13 aprile, 2017

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali Sicilia: boom M5S al 37%

sondaggi elettorali, movimento 5 stelle, elezioni sicilia, crocetta

Sondaggi elettorali Sicilia: boom M5S al 37%

Il Movimento 5 Stelle stacca tutti nella partita che si giocherà in Sicilia questo autunno. Se si votasse oggi i pentastellati raccoglierebbero il 37% dei voti. Diciassette in più rispetto al Partito Democratico.

Addirittura venti rispetto a Forza Italia, terza forza politica nell’isola. Insomma, una vittoria schiacciante che porterebbe Giancarlo Cancelleri, candidato del M5S, a sedere sullo scranno più alto di Palazzo d’Orleans.

I numeri riportati dall’utimo Barometro Politico dell’Istituto Demopolis danno quindi un chiaro quadro della situazione nella regione ora governata da Crocetta. E le buone notizie sono quasi tutte solo per il Movimento 5 Stelle.

I grillini sono stati capaci di guadagnare oltre dieci punti percentuali rispetto al risultato delle Europee quando ottennero in Sicilia il 26,3%.

Brutte invece le notizie in casa Pd. Sono infatti tredici i punti persi rispetto al 2014 quando il Partito toccò il suo massimo con il 33,6%.

Sondaggi elettorali: bene AP e FDI

Per quanto riguarda le altre forze politiche è da registrare la lenta risalta di Forza Italia, ora al 17% (prima era al 14%). Buoni i risultati anche di Alternativa Popolare (8,5%) e Fratelli d’Italia (6%). Tutte le altre liste sono sotto il 4%. Ma saranno proprio quest’ultime a condizionare gli esiti del voto fa sapere Pietro Vento, direttore dell’Istituto Demopolis.

“Diverse, con variazioni significative per ciascun partito risulterebbero oggi le scelte di voto dei siciliani per le elezioni Regionali, in programma il prossimo 5 novembre, nelle quali da sempre, in Sicilia, cresce il peso delle liste a forte caratterizzazione regionale”.

Tra queste Riparte Sicilia di Crocetta; il movimento Diventerà Bellissima di Musumeci; Cantiere Popolare di Romano; Idea Sicilia di Lagalla; i socialisti, gli autonomisti e gli indipendentisti, e Sicilia futura di Cardinale e D’Agostino.

Sondaggi elettorali: scenario in costante evoluzione

“Non va neanche dimenticata – aggiunge Pietro Vento – l’estrema mobilità del voto dei siciliani che, nelle ultime tornate elettorali, hanno manifestato un grado di infedeltà ai partiti decisamente superiore a quello registrato a livello nazionale, cambiando spesso idea da un’elezione all’altra. E’ uno scenario in costante evoluzione, condizionato da un alto tasso di astensione: piu’ di 4 elettori siciliani su 10 – conclude il direttore di Demopolis – non si recherebbero oggi alle urne per il rinnovo di Camera e Senato”.

Vento pone poi l’attenzione sulla diversità dei risultati in occasione dei diversi appuntamenti elettorali che si terranno sull’isola. “Molto diverse, con variazioni significative per ciascun partito – afferma il direttore Vento – risulterebbero oggi le scelte di voto dei siciliani per le Regionali, nelle quali da sempre, in Sicilia, cresce il peso delle liste a forte caratterizzazione regionale”

 

sondaggi elettorali sicilia

 

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: