Sondaggi caso Brizzi: la maggioranza degli italiani crede alle denunce contro il regista

Sondaggi caso Brizzi: la maggioranza degli italiani crede alle denunce contro il regista Il tritacarne mediatico in cui è finito Fausto Brizzi non accenna a fermarsi. Dopo le accuse di molestie da parte di alcune aspiranti attrici alle Iene, la carriera del regista di “Notte prima degli esami”, è in pericolo. La Warner Bros che ha prodotto l’ultimo film di Brizzi “Poveri ma ricchissimi”, in uscita a Natale, ha annunciato che la collaborazione con l’autore è sospesa. Oltre al danno, la beffa. Il film uscirà nelle sale senza il nome del regista. Le accuse contro Brizzi sono pesantissime. E ogni giorno se ne aggiungono di nuove. Rossella Izzo figlia del celebre doppiatore e direttore del doppiaggio Renato Izzo, in un’intervista a Grazia, ha raccontato di aver sospeso la collaborazione con il regista perché alcune studentesse lo avrebbero accusato di molestie. In una lettera al Corriere della Sera, la moglie Claudia Zanella, ha difeso suo marito. “Mi addolora molto ascoltare le accuse rivolte a Fausto perché non corrispondono in nessun modo alla persona che conosco, pur nutrendo il massimo rispetto per le donne che si sono sentite ferite”. “Gli sono vicina – ha aggiunto- perché così avviene tra una moglie e un... View Article