Pubblicato il 25/05/2017 Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2017 alle 01:07

Elezioni comunali Belluno, candidati, sondaggi, risultati

autore: Gianni Balduzzi
elezioni comunali Belluno

Elezioni comunali Belluno, candidati, sondaggi, risultati

Aggiornamento 26 giugno 2017 – Elezioni Comunali Belluno 2017, i risultati del ballottaggio: Massaro (civico) si conferma sindaco con oltre il 63%, battuto Gamba (civico). Affluenza al 41.17%, cioè oltre 9 punti in meno del primo turno.

Aggiornamento 12 giugno 2017 – Elezioni Comunali Belluno 2017, i risultati del primo turno: il sindaco civico uscente Massaro (46.19%) andrà al ballottaggio con Gamba (liste civiche, 25.10%). Affluenza al 50.26%, cioè oltre 7 punti e mezzo in meno del 2012.

In Veneto non si voterà solo a Padova e Verona, ma tra i capoluoghi anche nella piccola Belluno.

Che nel 2012 aveva rappresentato un caso abbastanza unico al Nord. Quando era stato eletto un sindaco civico, indipendente, che sconfisse la candidata PD al ballottaggio.

Jacopo Massaro, appoggiato da 3 liste civiche, ebbe il 24,43%, appena più del centrodestra e appena meno del centrosinistra. Una gara serratissima. Alla fine andarono al ballottaggio appunto Bettiol, PD e alleati, e Massaro. Vinse quest’ultimo con il ben il 62,3% dei voti al ballottaggio.

Il Movimento 5 Stelle non andò oltre il 10,4% con Lanari, ma da segnalare è anche la divisione nel centrodestra. La Lega Nord presentò un proprio candidato, Colle, che ebbe il 4,83%, e poi ci fu l’UDC con una civica alleata, al 8,35%

elezioni comunali Belluno

Elezioni comunali Belluno, i candidati di oggi

Oggi Massaro si ripresenta, grande favorito, e a sfidarlo un panorama simile a 5 anni fa

  • Jacopo Massaro – In Movimento -Insieme per Belluno -Belluno Di Più
  • Paolo Gamba – Obiettivo Belluno -Paolo Gamba Sindaco -Patto Belluno Dolomiti
  • Franco Gidoni – Lega Nord
  • Paolo Bello – Partito Democratico
  • Stefano Messinese – Movimento 5 Stelle
  • Elder Rambaldi – Partito Comunista dei Lavoratori
  • Franco Roccon – Civiltà Bellunese

Le liste di appoggio a Massaro sono le stesse identiche del 2012, segno di una stabilità normalmente rara. Soprattutto nel caso di liste civiche.

Come allora anche oggi il centrodestra è diviso. Non solo vi è Gamba, ex assessore, candidato di Forza Italia, che pur non compare, ma appoggia tre civiche. Ma si presenta ancora una Lega Nord separata, come Gidoni, che punta tutto sui temi della sicurezza; e anche Roccon di Civiltà Bellunese in realtà proviene dall’area di centrodestra.

Minore frammentazione a sinistra, ma in realtà vi è il solo PD che in solitaria appoggia Bello, essendo saltato un possibile accordo con Massaro.

Messinese del Movimento 5 Stelle spera, vista la debolezza dei due poli principali, di emergere come sfidante di Massaro.

Non ci sono sondaggi riferibili a Belluno. L’esito più probabile, anche se Massaro gode certamente di una buona popolarità, è comunque il ballottaggio

Autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →