Pubblicato il 21/06/2017

Economia, mappe commerciali: verso che continente si esporta di più?

autore: Alessandro Faggiano
mappe economia commercio export

Mappe economia: verso che continente si esporta di più?

In questa mappa elaborata da un utente del noto portale Reddit, si possono osservare i flussi d’esportazione di tutti i Paesi. In questo caso, però, non ci si sofferma sul principale partner commerciale, bensì si punta al continente. Ovvero, verso che Continente si esporta di più? Il risultato diventa cambia in maniera drastica rispetto ad altre mappe che trattano di import/export tra due Paesi.

Mappe economia: i grandi blocchi del mercato europeo…

Tutti i Paesi europei destinano la maggior parte delle loro esportazioni al proprio continente. È evidente l’importanza del mercato unico europeo. Passando ad elementi meno palesi, invece, si riscontra che una buona parte dei Paesi del Nord Africa e dell’Africa Occidentale esporta prevalentemente verso l’Europa. In questo caso, gli accordi di collaborazione – spesso legati al controllo delle frontiere e la gestione dei flussi migratori – sono centrali per intendere il fenomeno.

…. E del mercato asiatico

Dall’altro lato, la maggioranza dei Paesi esporta prevalentemente verso l’Asia. Non vi rientra solo la Cina: anche l’India e le tigri asiatiche vi rientrano. Si include anche il Medio Oriente, a partire dai Paesi del Golfo, passando per l’Iran e i vicini del colosso russo. Non solo la maggior parte dei Paesi asiatici esporta principalmente all’interno del proprio continente (compreso Cina); anche un gran numero di Paesi africani (incluso il Sud Africa) e americani esporta prevalentemente verso Est. Spiccano, in questo senso, gli Stati Uniti e il Brasile. Entrambi i Paesi esportano principalmente verso Cina, India e Paesi vicini.

Mappe economia: in America Latina pesa il consenso di Washington

Tra gli elementi più interessanti riscontriamo come il mercato africano e latinoamericano non tenda a chiudersi su se stesso. Solo Bolivia, Paraguay e Argentina esportano prevalentemente verso il proprio subcontinente. I Paesi più a nord – come Ecuador, Colombia, Venezuela e stati caribeñi – trovano negli Stati Uniti, Messico e Canada i principali acquirenti dei propri prodotti. Questa tendenza ad aprirsi all’esterno deriva, in buona parte, dal consenso di Washington, che apriva le porte del neoliberismo all’America Latina. Il Mercosur prosegue sulla stessa linea, al contrario della più recente Unasur. Quest’ultima, però, risulta essere organizzazione prevalentemente politica piuttosto che economica e commerciale.

Mappe economia: la necessità di esportare altrove

Chiudendo con il continente africano, la causa dell’apertura all’esportazione verso altri continenti non si deve tanto a scelte politiche interne, quanto allo squilibrio economico e storici fattori esogeni. La capacità d’acquisto dei Paesi europei, asiatici e americani risulta decisamente maggiore rispetto a quello dei Paesi africani. Pertanto, è comprensibile che l’export vada al di fuori del continente (in particolare Europa e Asia).

mappe economia commercio export

Autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →