articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Sondaggi elettorali SWG: referendum autonomia inutile per maggioranza veneti e lombardi

sondaggi elettorali swg

Sondaggi elettorali SWG: referendum autonomia inutile per maggioranza veneti e lombardi

Il caos catalano sta creando più di un grattacapo al referendum sull’autonomia indetto dai governatori leghisti di Veneto e Lombardia. Tanto che c’è chi comincia ad avanzare alcuni dubbi sulla consultazione. “Non mi sono chiare le finalità dei referendum per l’autonomia di Lombardia e Veneto e credo che non siano chiare a tanti italiani” ha affermato la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. “La confusione – ha aggiunto – nasce dalle diverse dichiarazioni degli stessi sostenitori dei referendum: alcuni parlano di un primo passo verso l’indipendenza, altri di una questione che riguarda solo la gestione delle entrate fiscali, qualcuno dice che è una battaglia per il Nord, altri che è un cambiamento per il bene di tutta l’Italia”.

Parole che non sono piaciute al presidente della Lombardia, Roberto Maroni che ha minacciato la rottura dell’alleanza tra Lega e Fdi in sede regionale. “Non posso fare finta di niente. Il referendum è una cosa importante sia sul piano politico sia sul piano istituzionale”. La minaccia è poi rientrata dopo che da Fdi è arrivata una nota distensiva chiedendo però al governatore di vigilare su possibilidegenerazioni indipendentiste”.

Dibattito politico a parte, il referendum sull’autonomia del 22 ottobre rischia di trasformarsi in un flop. A temerlo sono soprattutto i vertici della Lega dopo aver visionato i risultati di un sondaggio Swg del 27 settembre pubblicato dal Corriere della Sera. Secondo la rilevazione il 56% dei veneti e il 51% dei lombardi ritiene giusto l’aver indetto il voto per la consultazione referendaria. E fin qui tutto bene. Il giudizio cambia quando agli intervistati viene chiesto se ritengono il referendum utile. In questo caso solo il 45% dei veneti e il 41% dei lombardi considera utile la consultazione.

I giudizi negativi non terminano qui. Il 56% degli intervistati del nord ovest e il 52% del nord est ritiene che il voto sarà una spesa inutile. Solo su un quesito le risposte di veneti e lombardi divergono. E riguarda la questione di opportunità. “Visto che la Costituzione prevede già la possibilità di una trattativa tra Regioni e Stato per ottenere ulteriori competenze – viene chiesto – non era forse meglio impegnarsi subito in tale trattativa?”. Per il 49% degli intervistati del nord ovest la risposta è affermativa, mentre per il 53% degli intervistati del nord est è meglio la trattativa diretta. A meno di due settimane dal referendum, la situazione in casa Lega torna a farsi calda.

Sondaggi elettorali SWG: nota metodologica

Sondaggio riservato.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO VISITA IL FORUM

ultima modifica: lunedì, 9 Ottobre 2017