Pubblicato il 16/10/2017 Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2019 alle 15:37

Elezioni Austria, dove hanno avuto più voti i partiti? Le mappe

autore: Gianni Balduzzi
elezioni austria

Elezioni Austria, dove hanno avuto più voti i partiti? Le mappe

Le elezioni austriache sono terminate più o meno come ci sia aspettava, con la vittoria dei popolari di Kurz, che sarà il più giovane premier della storia europea. E con la crescita dei nazionalisti della FPO, probabili alleati.

Alcuni risultati erano però inattesi. Per esempio la resistenza della SPO, che è rimasta stabile invece di perdere percentuali di voto, e forse con il voto postale si rivelerà seconda. Oppure la probabile uscita dal Parlamento dei Verdi, che sono scivolati sotto la soglia del 4%.

Mancano solo i voti postali, che sono il 16% del totale, ma in base alle proiezioni i risultati appaiono piuttosto certi.

Come hanno votato però gli austiraci in base alla geografia? Ci sono alcune mappe, pubblicate dalla TV pubblica ORF, che lo mostrano chiarmente.

L’OVP di Kurz con il suo 31,6% vince nella maggior parte dei comuni, in particolare in Tirolo, nell’Alta Austria e in generale nelle aree più rurali, come tradizionalmente ha sempre fatto.

La FPO prevale in Carinzia, terra natale di Haider, ma anche in diversi comuni dell’Austria centrale.

La SPO ha buoni risultati a Vienna, dove cresce molto, nelle città, come a Linz, Graz e Innsbruck e al centro dell’Austria, in Stiria.

elezioni austria

Elezioni Austria, la nuova lista Pilz va benissimo nelle città

Di seguito la distribuzione del voto per i partiti che hanno superato il 4%

OVP, che va meglio in Tirolo, al confine con l’Italia, e a Nord, nella Bassa Austria nelle zone più rurali verso la Repubblica Ceca

elezioni austria

SPO, che oltre che nelle principali città ha una fascia di comuni a lei favorevole tra Salisburgo e Graz e poi al confine con la Slovenia, dove vive la minoranza slovena. Oltre che a Est nel Burgerland, il Land più povero.

elezioni austria

FPO, che ha il proprio feudo in Carinzia, ma anche nel Nord al confine con la Baviera, nel Land di Salisburgo

elezioni austria

I liberali di NEOS, che rimangono stabili, perdono terreno a Vienna e nel Voralberg, dove erano molto forti, e che rimane l’area in cui continuano ad avere più voti. Bene anche le principali città, come Graz, Linz, Salisburgo, e nelle aree intorno

elezioni austria
elezioni austria

Infine la lista Pilz, dal nome dell’ex esponente dei verdi che ha fondato questo movimento, da alcuni definito populista di sinistra. Aperto all’immigrazione, ha il massimo dei voto a Vienna, dove in un quatiere supera il 10%, e nei centri urbani, a Graz e Innsbruck.

Autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →