• 19
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 4 dicembre, 2017

articolo scritto da:

Influenza 2017: sintomi e tipologie, allarme a Capodanno

influenza dicembre, influenza gennaio

Influenza 2017: sintomi e tipologie, allarme a Capodanno

I sintomi sono sempre gli stessi: febbre, dolori alle ossa e spossatezza. Ma il numero dei coinvolti è in aumento.

Ad oggi sono oltre 467.000 gli italiani finiti a letto a causa dell’influenza. “Il picco – però – è previsto intorno a Capodanno. Quest’anno il virus influenzale è meno aggressivo. Ma colpirà un numero maggiore di persone così come già avvenuto nell’emisfero australe”. È quanto detto dai medici di famiglia durante il 34° Congresso nazionale della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg) a Firenze.

Per questo motivo, sottolineano i medici, è molto importante per i cittadini avvalersi della protezione vaccinale. Un appello, osservano i medici, accolto dalla cittadinanza. “La campagna vaccinale contro l’influenza ha avuto nelle prime settimane un buon riscontro tra la popolazione” afferma Claudio Cricelli, presidente nazionale Simg.

“In molti dei nostri studi e ambulatori, le scorte vaccinali sono esaurite nel giro di pochissimi giorni. Potrebbe essere una prima dimostrazione di una ritrovata e rinnovata fiducia dei cittadini verso questi importantissimi presidi sanitari salvavita, dopo anni di inspiegabile diffidenza”. Continua Cricelli: “L’impegno e la crescente attenzione sul tema vaccinale starebbero quindi iniziando a dare i primi risultati concreti. Ricordiamo che devono assolutamente immunizzarsi i pazienti colpiti da patologie croniche, cardiovascolari e respiratorie, anziani, bambini e donne in gravidanza. Per tutte queste persone il vaccino è gratuito. Basta recarsi al più presto dal proprio medico di famiglia. Tutti gli altri possono invece liberamente acquistarlo in farmacia”.

Influenza 2017: sintomi e tipologie, allarme a Capodanno

“All’interno del sistema sanitario nazionale, siamo i primi interlocutori con i cittadini e con loro abbiamo un consolidato e privilegiato rapporto di fiducia”. Interviene Ovidio Brignoli, vice presidente nazionale , durante il congresso. “Proprio per questo dobbiamo essere noi i primi a dare il buon esempio, sottoponendoci regolarmente all’immunizzazione. Attualmente, però, meno del 10% dei camici bianchi italiani si vaccina regolarmente contro l’influenza. Quest’anno le autorità sanitarie del Regno Unito hanno approvato una nuova legge che obbliga i medici che non si vaccinano a giustificare in modo dettagliato i motivi della loro scelta. Come Simg, chiediamo che anche il Ministero della Salute adotti al più presto un provvedimento simile”.

Influenza 2017 , via dall’Australia

“Nel 2017 in Australia l’influenza ha fatto registrare un 25% di casi in più rispetto all’anno precedente” sottolinea Aurelio Sessa, responsabile Simg del settore. “L’esperienza ci insegna che queste tendenze tendono a ripetersi nel nostro emisfero dove la brutta stagione arriva dopo. Quindi anche in Italia e in Europa potremmo avere un vero e proprio boom di contagi. La scorsa stagione l’influenza ha interessato, in totale, oltre 5 milioni e 300 mila italiani. E ha fatto registrare altrettante sindromi respiratorie acute. L’anti-influenzale può proteggere fino all’85% una persona adulta. E i suoi benefici sono riscontrabili non solo a livello individuale”. Conclude Sessa: “Più persone si immunizzano, maggiore sarà il contenimento del virus grazie al così detto ‘effetto gregge'”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Sondaggio

Sondaggio su Saviano

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: