pubblicato domenica, 4 Marzo 2018

articolo scritto da

Elezioni politiche italiane 2018: ultime proiezioni Senato, è dominio M5S. Pd sotto il 19%

come si vota alle elezioni

Elezioni politiche italiane 2018: ultime proiezioni Senato, è dominio M5S. Pd sotto il 19%

Seggi chiusi da poco e già sono disponibili le prime proiezioni. L’affluenza è risultata maggiore rispetto a quella del referendum costituzionale del 4 dicembre,ma in calo rispetto alle ultime politiche del 2013. Proprio 5 anni fa, l’elettorato decretò la fine del bipolarismo, con l’irruzione sulla scena del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

Un lustro dopo, ci ritroviamo a commentare un sistema potenzialmente ancor più frammentato: con una coalizione di centrodestra più omogenea rispetto al passato; una coalizione di sinistra- Liberi e Uguali – con problemi di consenso e mancanza di verve; una serie di partiti e movimenti – CasaPound Italia e Potere al Popolo, su tutti – pronti a irrompere in Parlamento grazie alla loro attiva presenza sui territori. L’unico attore rimasto integro, ma mutato nella narrativa e nei contenuti, è il Movimento 5 Stelle.

Elezioni politiche italiane 2018: la prima proiezione da il 5 Stelle al 33%. PD sotto il 20%

Nella prima proiezione di SWG, il Movimento 5 Stelle ottiene un clamoroso 33,1%. La Lega sorpassa Forza Italia, con 17,3% delle preferenze contro il 14,1% dei forzisti. Fratelli d’Italia in linea con i sondaggi, al 4,2%. Crollo del Partito Democratico che raccoglierebbe appena il 18,7% delle preferenze. Ancora peggio va a LeU, che ottiene il 3,3% e sembra rischiare l’ingresso in Parlamento. La soglia di sbarramento è pericolosamente vicina. +Europa ottiene il 2,6%. Insieme, infine, a 0,8%. Chiude la Lorenzin con mezzo punto.

Elezioni politiche 2018: primo instant poll di SWG a favore del M5S

I primi Instant Poll di SWG danno il Movimento 5 Stelle come primo partito tra 28,8 e 29,8. Forza Italia batte la Lega nella sfida interna per la leadership e FDI si mantiene in linea con gli ultimi sondaggi, tra 4,4 e 5,4. Liberi e Uguali non cede più di troppo (tra 5,4 e 6,2). Per il centrosinistra, il PD oscilla tra 21 e 23, mentre la Bonino Non ce la fanno né Potere al Popolo (che si ferma nel range tra (1,4 e 2,0), né CasaPound (range 0,3-0,7).

Elezioni politiche 2018: le prime proiezioni

Le prime proiezioni si basano su un numero ancora limitato di voti, ma che, comunque, può dare indicazioni importanti circa l’andamento dello scrutinio e il reale risultato finale. A differenza degli exit poll – che sono sondaggi a piè d’urna – le proiezioni sono stime basate sul raffronto tra i dati reali disponibili. Più nello specifico: si considerano i risultati di sezioni considerate “stabili”, che votano con un coefficiente costante nel tempo.

Qui, il primo house poll di Tecnè. È boom 5 Stelle. Centrodestra prima coalizione. Male centrosinistra e LeU.

Le prime proiezioni sembrano confermare, almeno in parte, gli exit poll. Rmangono molte incertezze, ma per Tecnè il Movimento 5 Stelle sarà il primo gruppo parlamentare, potendo contare su un numero di deputati che oscilla tra i 196 e 246 elementi. Tuttavia, sarebbe il centrodestra a totalizzare il maggior numero di Deputati (nonostante agglutini 4 formazioni diverse). Per il centrodestra, si va tra i 214 e i 264. Centrosinistra molto più giù, nel range tra 113 e 163. Male anche Liberi e Uguali, che oscilla tra 16 e 22.

elezioni politiche italiane 2018 proiezioni

Elezioni politiche italiane 2018: 2a proiezione al Senato conferma exploit 5 Stelle e il sorpasso della Lega

Nella seconda proiezione degli istituti demoscopici, si conferma il gran risultato del Movimento 5 Stelle. Per Opinio (RAI), il 5 Stelle arriva al 31,8%. Per Tecnè, i pentastellati hanno mezzo punto in meno. Più generoso SWG che dà il 5 Stelle al 33,6%.

Confermato anche il sorpasso della Lega su Forza Italia. Il partito di Salvini oscilla tra il 15,3 di Tecnè e il 17,4 di SWG, passando per il 15,9 di Opinio. Forza Italia estremamente stabile, tra 14,1 e 14,2. Fratelli d’Italia conferma le previsioni dei sondaggi oscillando tra 4,0 e 4,4. Noi con l’Italia ottiene meno del previsto. Per SWG e Opinio è al punto percentuale tondo tondo. Un po’ di più per Tecnè, che colloca Noi con l’Italia all’1,5%.

Dati contrastanti per il PD ma che rilevano una forte discesa nei consensi. Sotto al 20% per SWG e Opinio, al 21,2% per Tecnè. La Civica Popolare e “Insieme” non raggiungono l’1%. Risultati molto diversi, invece, per +Europa, che oscilla tra 1,0 e 2,9%.

Debacle per Liberi e Uguali, che supera di poco la soglia di sbarramento – tra 3,3 e 3,5 -.

Non ce la fanno CasaPound Italia e Potere al Popolo, che ambiscono al punto percentuale ma sembra che non abbiano alcuna chance di entrare in Parlamento.

 

proiezioni elezioni politiche italiane 2018

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

 

articolo scritto da: