pubblicato: mercoledì, 14 Mar, 2018

articolo scritto da:

Modello 730 precompilato 2018: conguaglio e flussi, la nuova circolare

Modello 730 precompilato: conguaglio e flusso dati

Modello 730 precompilato 2018: conguaglio e flussi, la nuova circolare.

Con la circolare n. 4-E del 12 marzo 2018, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul modello 730 precompilato 2018; in particolar modo sulla gestione conguagli e sul flusso telematico. Con i mutamenti registrati negli ultimi anni sul lato della gestione conguagli, l’Agenzia ha voluto fare il punto della situazione mettendo nero su bianco con la nuova circolare.

Modello 730 precompilato 2018: cosa dice la nuova circolare Inps

La circolare n. 4-E ha come oggetto: Assistenza fiscale prestata da Caf/professionisti e sostituti d’imposta; Dichiarazione presentata direttamente; Flusso 730-4; Conguagli. Nella premessa si legge che le modalità telematiche di gestione dei flussi informativi tra Caf/professionisti abilitati e sostituti d’imposta tramite i servizi dell’Agenzia delle Entrate sono a regime dal 2012; ma negli ultimi anni hanno subito diversi mutamenti. Come ad esempio il consolidamento delle procedure telematiche e un miglioramento dell’informatizzazione del flusso telematico. La cui efficacia “si basa sulla comunicazione del sostituto d’imposta all’Agenzia delle Entrate dell’indirizzo telematico presso cui inviare il modello 730-4”.

Modello 730 precompilato 2018: comunicazione ricezione telematica dati contabili

Come si legge nella circolare, il flusso telematico relativo ai dati contabili per le operazioni di conguaglio derivanti da assistenza fiscale rappresenta la fase finale dell’assistenza fiscale del modello 730. Quindi, al fine di effettuare quelle stesse operazioni, i sostituti d’imposta sono chiamati a comunicare all’Agenzia delle Entrate la sede telematica sulla quale ricevere il flusso telematico dei modelli 730-4; vale a dire i dati contabili. Il termine ultimo è entro il 7 marzo. Pertanto, al fine di una trasmissione corretta dei dati, l’Agenzia ha predisposto i campi che adesso andremo a elencare.

  • Certificazione Unica – Quadro CT: all’interno della CU il quadro CT è da usare esclusivamente in caso di comunicazione effettuata una prima volta. Questo è riservato ai sostituti d’imposta che trasmettono almeno una certificazione di redditi di lavoro dipendente; e che non hanno presentato il modello CSO. Il quadro CT andrà compilato per ogni fornitura di CU, nel caso in cui il sostituto d’imposta effettui più invii che contengano almeno una certificazione di redditi di lavoro dipendente.
  • Modello CSO: per la Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai modelli 730-4 resi disponibili dall’Agenzia dell’Entrate; finalizzata a effettuare le variazione dei dati precedentemente comunicati; o effettuare la comunicazione per la prima volta. Questo modello è utilizzato dai sostituti d’imposta che non hanno presentato il modello CSO a partire dal 2011 e che non hanno trasmesso il quadro CT. Ovvero i sostituti d’imposta non chiamati a presentare le CU. Oppure da quelli che intendono modificare i dati comunicati a partire dal 2011 con i suddetti modelli. Nel CSO si richiede anche “l’indicazione del numero di protocollo del modello 770 presentato dal sostituto d’imposta nell’anno precedente a quello di inoltro della comunicazione CSO”.

Modello 730 2018: istruzioni e pdf online, la nuova scadenza.

Modello 730 precompilato 2018: flusso telematico dati 730-4

Nel capitolo dedicato al flusso telematico dati 730-4, la circolare dell’Agenzia delle Entrate informa che il modello 730-4 deve sempre essere allegato alla dichiarazione del modello 730. Tuttavia, è fatta eccezione nel caso in cui la dichiarazione modello 730 sia presentata in assenza di sostituto d’imposta; oppure nell’eventualità di contribuente con sostituto d’imposta Inps.

Per effettuare i conguagli sulle retribuzioni, “il sostituto che ha prestato assistenza fiscale deve ricevere i risultati contabili dall’Agenzia delle Entrate”. Quindi, “i dati relativi ai modelli 730-4 saranno resi disponibili ai sostituti d’imposta a partire dall’ultima decade di giugno e fino al 10 dicembre”.

Al soggetto che ha prestato l’assistenza fiscale, l’Agenzia fornisce “l’attestazione della disponibilità dei dati al sostituto d’imposta” a partire dalla prima decade di luglio. In questo caso nella ricevuta sarà apposto il codice SI. Inoltre, l’Agenzia fornisce ogni mese, dalla prima decade di luglio fino a dicembre, una ricevuta di riepilogo contenente i dati già attestati e quelli relativi ai modelli 730-4 non messi a disposizione. Quindi, sulle ricevute possono comparire 3 codici.

  • SI: modelli 730-4 già consegnati;
  • NO: modelli 730-4 non messi a disposizione;
  • CO: dichiarazioni soggette a controllo preventivo.

I codici sopraccitati compaiono nella ricevuta di riepilogo trasmessa mensilmente dall’Agenzia delle Entrate ai soggetti che prestano assistenza fiscale. Infine, la circolare precisa che solo in caso di codice NO i dati dovranno essere inviati usando canali tradizionali come fax, e-mail, etc.

Modello 730 precompilato 2018: cronoprogramma Gestione flusso 730-4

In conclusione, riprendiamo la tabella fornita dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate relativa al cronoprogramma Gestione Flusso 730-4. Nella circolare si precisa che “per le date che cadono di sabato, domenica o in giorni festivi, il termine potrà essere fissato al primo giorno lavorativo antecedente o successivo a tali date”.

Periodo Soggetto Adempimento
Dicembre – 15 gennaio; Sostituto d’imposta Comunicazione cessazione incarico ricezione 730-4.
23 gennaio – 25 marzo; Agenzia Entrate Sospensione trasmissione CSO.
Fine gennaio; Agenzia Entrate Pubblicazione elenco sostituti con indirizzo telematico noto.
Inizio febbraio; Agenzia Entrate Pubblicazione software compilazione e controllo CU e apertura canale telematico.
Da inizio febbraio a metà marzo; Sostituti d’imposta Trasmissione CU con CT.
Dalla seconda metà del mese di marzo; Agenzia Entrate Pubblicazione software compilazione e controllo CU priva di CT.
Dalla seconda metà del mese di marzo; Sostituti d’imposta Trasmissione CU priva di CT.
1-22 gennaio / 26 marzo – 31 dicembre; Sostituti d’imposta Trasmissione CSO.
20 giugno; Contribuente Termine possibilità annullamento 730 web.
Dall’ultima decade di giugno; Agenzia Entrate Avvio messa a disposizione 730-4 pervenuti.
Dal 5 luglio; Sostituti d’imposta Possibilità effettuazione dinieghi.
Dalla prima decade di luglio; Agenzia Entrate Trasmissione a Caf/Professionisti ricevuta attestante disponibilità 730-4 ai sostituti.
Dal 16 luglio e settimanalmente; Agenzia Entrate Notifica a Caf/Professionisti dinieghi ricevuti dai sostituti.
Fine luglio – Fine novembre (mensilmente); Agenzia Entrate Trasmissione a Caf/Professionisti ricevuta mensile riepilogo 730-4.
Fine luglio – Fine novembre (mensilmente); Agenzia Entrate Spedizione e-mail per 730 web a controllo o non consegnati.
Entro il 10 agosto, poi ogni mese fino a inizio novembre; Agenzia Entrate Re-inoltro 730-4 a nuovo delegato.
10 dicembre; Agenzia Entrate Termine messa a disposizione 730-4.
20 dicembre; Sostituti d’imposta Termine funzionalità effettuazione dinieghi.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: