pubblicato: martedì, 20 marzo, 2018

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali EMG: Renzi si fa un partito? In pochi lo seguirebbero

sondaggi elettorali elezioni-politiche-2018-candidati-pd-uninominale

Sondaggi elettorali EMG: Renzi si fa un partito? In pochi lo seguirebbero

“Non c’è nessuna fuga. Terminata la fase dell’insediamento del Parlamento e della formazione del governo, io farò un lavoro che mi affascina: il senatore semplice, il senatore di Firenze, Scandicci, Insigna e Impruneta”. Il giorno stesso delle sue dimissioni da segretario del Pd, Matteo Renzi ha allontanato le voci di un suo possibile addio al partito per fondarne un altro a sua immagine e somiglianza. Sulla scia di quanto ha fatto Macron in Francia con En Marche.

Si tratta di una scelta studiata. L’ex premier, ad oggi, non avrebbe un gran seguito. La conferma arriva da un sondaggio Emg condotto per la Rai, secondo cui un partito di Renzi raccoglierebbe solo il 10,4% dei consensi. Nel Pd a seguirlo sarebbe il 36,6% degli elettori. Tanti, ma certo non abbastanza per giocare un ruolo da protagonista negli anni a venire.

I protagonisti di oggi infatti si chiamano Luigi Di Maio e Matteo Salvini. I maligni riportano di un accordo tra i due non solo per spartirsi le Camere, ma anche per governare insieme. Un’opzione quest’ultima, che piace al 22,6% degli elettori stando a quanto riporta Emg. Il 17,6% degli italiani gradirebbe invece un governo di scopo per rifare la legge elettorale e tornare al voto mentre un esecutivo centrodestra e M5S sarebbe la soluzione migliore per il 10,2% della popolazione. Le altre ipotesi, alleanza M5S-Pd e governo centrodestra-Pd, non scaldano i cuori degli intervistati (rispettivamente raccolgono il 9,1,% e il 5,2% dei consensi).

Nel caso in cui non si riuscisse a formare un governo in tempi brevi, il 56,1% degli italiani non ha dubbi: bisognerebbe tornare alle elezioni subito. Scenario che non piace nè a Pd nè a Forza Italia che temono di perdere ancora elettori. In realtà a rischiare grosso sarebbero le formazioni minori. Solo il 63% di chi ha votato Liberi e Uguali confermerebbe il proprio voto al partito guidato da Grasso. Quota che scende al 54,8% se si prende in considerazione l’elettorato che ha dato la sua fiducia a Più Europa di Emma Bonino.

Chi invece non rischierebbe nulla da un ritorno anticipato alle urne è il M5S. Lo rivoterebbe l’89,4% dell’elettorato. Senza contare i delusi degli altri partiti. Che sono tanti.

Sondaggi elettorali EMG: nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 13 al 16 marzo 2018. Campione rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne per sesso, età, regione, classe d’ampiezza demografica dei comuni. Campione: 1.742 casi; intervallo fiduciario delle stime: ±2,3%; totale contatti: 2.000 (tasso di risposta: 87%); rifiuti/sostituzioni: 260 (tasso di rifiuti: 13%). Universo: popolazione italiana maggiorenne; campione: 1.742 casi; intervallo fiduciario delle stime: ±2,3%; totale contatti: 2.000 (tasso di risposta: 87%); rifiuti/sostituzioni: 260 (tasso di rifiuti: 13%). Metodo raccolta delle informazioni: Rilevazione telematica su panel.

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: