Elezioni regionali 2018: Valle d’Aosta, la situazione su liste e candidati

Pubblicato il 29 Marzo 2018 alle 13:55 Autore: Camilla Ferrandi
elezioni regionali

Elezioni regionali 2018: Valle d’Aosta, la situazione su liste e candidati

In Valle d’Aosta si vota il 20 maggio. Lo stato dell’arte su liste e candidati mostra uno scenario ancora molto fluido. Ma qualche notizia in merito inizia a trapelare.

Il centrodestra, a quanto si apprende, si presenterà unito e sarà trainato dalle tre forze politiche presentatesi alle nazionali del 4 marzo: Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Tra queste, la Lega ha già pronta la lista dei candidati da presentare alle regionali. A guidare la squadra di 35 sarà la consigliera comunale Nicoletta Spelgatti, candidata assieme al collega Andrea Manfrin. In lista anche l’avvocato Paolo Sammaritani e l’architetto Luca Distort, già in corsa per le politiche del 4 marzo.

Per quanto riguarda il centrosinistra, ancora nessun aggiornamento. Ma si sente la necessità di correre uniti per evitare il tracollo delle politiche. E, al di là del risultato a livello nazionale, da non sottovalutare che nelle elezioni del 4 marzo il collegio uninominale della Valle d’Aosta della Camera è stato conquistato dal Movimento 5 Stelle. Con il 24%, l’elezione della candidata del M5S Elisa Tripodi ha rappresentato la grande sorpresa della tornata elettorale nella piccola regione alpina. “Il risultato elettorale in Valle d’Aosta è buon segnale che potrebbe cambiare le carte in tavola per le elezioni regionali” diceva Tripodi all’indomani dei risultati. Molto probabilmente aveva ragione. Di certo, l’esito delle nazionali condizionerà il coordinamento strategico delle liste per le regionali.

Sondaggi politici Demos&Pi: nel Nord est cresce la fiducia negli enti locali

Elezioni regionali 2018: Valle d’Aosta, la situazione su liste e candidati

Non è un caso, infatti, che anche la sinistra sta ricercando unità. Idea un po’ svanita dopo la decisione di Potere al Popolo di sfilarsi dal progetto di una lista unitaria della sinistra scegliendo di correre da sola. “La lista è in via di definizione”, dicono. “Sicuramente – aggiungono – saranno della partita i candidati alle scorse politiche, Francesco Rappazzo e Alexandre Glarey“.

Nel frattempo, i vari pezzi della società civile valdostana, tra cui Risposta Civica, continuano ad appellarsi a Potere al Popolo in cerca di unità. Obiettivo: “costruire quel fronte unito di cui abbiamo assolutamente bisogno”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

L'autore: Camilla Ferrandi

Nata nel 1989 a Grosseto. Laureata magistrale in Scienze della Politica e dei Processi Decisionali presso la Cesare Alfieri di Firenze e con un Master in Istituzioni Parlamentari per consulenti d'assemblea conseguito a La Sapienza. Appassionata di politica interna, collaboro con Termometro Politico dal 2016.
    Tutti gli articoli di Camilla Ferrandi →