• 157
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 30 marzo, 2018

articolo scritto da:

Elezioni regionali Molise 2018: ultimi sondaggi Euromedia è testa a testa

elezioni regionali friuli

Elezioni regionali Molise 2018: ultimi sondaggi è testa a testa

Il 22 aprile si avvicina. I candidati alla presidenza sono quattro, sostenuti da 17 liste. Per un breve riepilogo: Carlo Veneziale è sostenuto da Partito Democratico, Unione per il Molise, Molise di tutti, Leu, Molise 2.0; Donato Toma da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Lega, Il Popolo della Famiglia; Movimento Animalista, Movimento Nazionale per la Sovranità, Idea Popolo e Libertà, Orgoglio Molise, Alleanza per il Futuro, Popolari per l’Italia e Il Molise che Vorrei; Andrea Greco è candidato del Movimento 5 Stelle; Agostino Di Giacomo di Casapound. Il Molise voterà con una nuova legge elettorale, approvata a novembre scorso, e eleggerà, direttamente e contestualmente su un’unica scheda elettorale, Consiglio e Presidente regionale.

Elezioni regionali Molise, niente voto disgiunto

Le nuove regole non prevedono il voto disgiunto. L’elettore, dunque, potrà votare per un candidato presidente e per una lista ad esso collegata. Il premio di maggioranza, pari al 60% dei seggi consiliari (12 su 20 scranni), sarà vinto dalla lista o coalizione che appoggia il candidato presidente che ottiene il maggior numero di voti risultando, così, eletto. Inoltre, sono previste soglie di sbarramento: pari al 3% per le liste singole e al 10% per le coalizioni. Gli ultimi sondaggi disponibili danno un testa a testa tra coalizione centrodestra (37,8%) e Movimento 5 Stelle (37,7%). I due staccherebbero il centrosinistra di circa dieci punti percentuali. Ma i dati, elaborati da Euromedia Research, risalgono a prima dell’ufficializzazione dei candidati presidenti e delle rispettive liste. Considerando i risultati regionali delle politiche del 4 marzo, invece, sembra che sia il Movimento 5 Stelle a primeggiare e a correre verso la conquista del Molise.

Elezioni regionali Molise: M5S quasi al 38%

Con il 44,79% dei voti, i pentastellati staccano la coalizione di centrodestra di 15 punti percentuali (29,81%) e Forza Italia, seconda lista in termini di consensi, di quasi 29. Una regione totalmente colorata di giallo, dunque. Ma il centrodestra non si perde d’animo. E Matteo Salvini, in visita mercoledì a Isernia: “Io dico grazie ai molisani, innanzitutto. Perché uno può avere le idee migliori al mondo, però se i cittadini non si fidano, non gli credono e non lo votano, evidentemente non va lontano. Passare dallo 0,1 ad essere una delle prime forze politiche in Molise significa che abbiamo ben lavorato. Ma non mi accontento. A livello nazionale proveremo di tutto per dar vita a un governo per passare dalle parole ai fatti.

Sondaggi elezioni regionali Friuli: centrodestra verso una vittoria schiacciante

A livello regionale l’occasione è il 22 aprile”. Inoltre, aggira il problema cinquestelle. E alla domanda su chi sia, a suo avviso, il principale avversario del centrodestra alle regionali molisane, Salvini commenta: “A livello regionale è la sinistra che ha mal governato. Tanto che – sono i primi a riconoscerlo – non ricandidano neanche il governatore uscente, che è una cosa abbastanza strana… Quindi, l’avversario è un centrosinistra che ha mal governato per troppo tempo e ancora governa peraltro tanti Comuni del Molise”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: