articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

730 2018 precompilato: modifica al via, cosa sapere e istruzioni

730 2018 precompilato: come modificare

730 2018 precompilato: modifica al via, cosa sapere e istruzioni.

Dopo la messa a disposizione online del 730 2018 sul portale dell’Agenzia delle Entrate, da mercoledì 2 maggio sarà possibile procedere alla trasmissione definitiva del modello precompilato. Sarà possibile accettarlo così com’è, oppure integrarlo o ancora modificarlo. Il termine ultimo per la trasmissione del 730 2018 cadrà lunedì 23 luglio 2018. La grande novità di quest’anno consiste nella cosiddetta “compilazione assistita”. Quest’ultima corrisponde a una funzione integrata nel portale che permette ai contribuenti di intervenire nel dettaglio sulle singoli voci di spesa.

L’ingente mole di dati di cui è a conoscenza l’Agenzia delle Entrate fa sì che l’accettazione del 730 2018 precompilato risulti la soluzione più semplice e conveniente. Come riporta Il Sole 24 Ore, infatti, “l’accettazione integrale mette a riparo dai controlli documentali”; vale a dire dai controlli su scontrini, ricevute, fatture e bonifici “che giustificano l’indicazione di voci di spesa che danno diritto a detrazioni o deduzioni nel modello 730”.

730 2018 precompilato: modificare il Modello, informazioni utili

Come abbiamo scritto prima, chi dovesse integrare o modificare il modello 730 precompilato potrà contare sulla Compilazione Assistita. Si tratta di una funzione interna al portale che consentirà al contribuente di andare a modificare le singole voci nel dettaglio; ma anche di inserire documenti di spesa, sempre singolarmente. In questo modo si andrà ad agire sulla singole voce senza toccare tutta la categoria a cui quella stessa voce appartiene.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, infatti, si legge che “da quest’anno è possibile compilare in modo ‘assistito’ i dati relativi agli oneri detraibili e deducibili da indicare nelle sezioni I e II del quadro E”. Il contribuente che vuole modificare la propria dichiarazione 730, potrà quindi scegliere tra due modalità di compilazione del quadro E nelle sezioni sopra riportate.

Detrazioni spese sanitarie: come scaricare.

730 2018 precompilato: modalità tradizionale e compilazione assistita

La prima modalità è “tradizionale” e consiste nell’inserire o rettificare in maniera diretta gli importi degli oneri sostenuti. Come? Riportandoli nei relativi campi del quadro E.

La seconda modalità è quella “assistita”. Grazie a questa funzione sarà possibile inserire nuovi documenti di spesa non presenti. Oppure modificare, integrare o cancellare i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi. L’Agenzia delle Entrate rende noto che i dati aggiunti o rettificati saranno poi inseriti in via automatica nel quadro E della dichiarazione dei redditi. Infine, s’informa che tale modalità potrà essere usata anche per le spese sostenute per i familiari a carico.

In conclusione, va citata la nota dell’Agenzia delle Entrate in caso di compilazione assistita. “L’Agenzia nella fase di controllo documentale potrà tenere conto di questa modalità di compilazione; fermo restando, in ogni caso, la verificabilità dei requisiti soggettivi; che consentono o meno l’utilizzo di una detrazione/deduzione”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: lunedì, 30 Aprile 2018