• 1
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 2 maggio, 2018

articolo scritto da:

MMA UFC: il 2018 nel segno dei fighter italiani

MMA UFC

MMA UFC: il 2018 nel segno dei fighter italiani, da Borella a Pedersoli Jr

L’avvento del 2018 per le MMA italiane è stata una ventata di aria fresca, dato l’alto numero di eventi e data anche la loro importanza. Certamente non sono mancati i match spettacolari e combattuti fino all’ultima ripresa, così come non sono mancati gli episodi “dubbi” che hanno poi suscitato polemica nei confronti dei giudici, ma partiamo con ordine.

MMA UFC: grandi incontri per Borella, Cerilli e Vettori

Il 27 Gennaio, l’atleta piacentina Mara Borella (12-5), ha incrociato i guanti contro la statunitense Katlyn Chookagian (10-1) nell’evento UFC on Fox 27. La decisione finale, che ha visto l’atleta nostrana sconfitta per unanimous decision, è stata fortemente contestata sia dall’atleta stessa, che da altri colleghi della Borella, i quali non hanno esitato a dare supporto e solidarietà in seguito al match; l’incontro, durato 3 round, è stato condotto in maniera ottimale dalla Borella, con la Chookagian che si è ritrovata in una situazione apparentemente sfavorevole, fino a che poi, alla terza ripresa, Chookagian sembrava aver preso lei l’iniziativa, indirizzando l’incontro improvvisamente a suo favore.
Il 14 Marzo, Mauro Cerilli (12-2) ha disputato il match per la difesa del titolo dei massimi Cage Warriors contro Karl Moore (8-2); l’incontro è stato vinto da Cerilli per k.o in appena 15 secondi, con un “overhand” davvero potente e preciso, che ha fatto perdere i sensi all’avversario.
In Arizona, nell’evento UFC on Fox 29 in data 15 Aprile, “The italian dream” Marvin Vettori (12-4) ha combattuto contro Israel Adesanya (13-0); il match, durato tre riprese, è stato inizialmente molto chiuso, con una fase iniziale di “studio” reciproco per i due fighters, benchè questo round sia stato poi quello decisivo, in quanto la maggior parte dei giudici lo hanno assegnato ad Adesanya, con conseguente sconfitta di Vettori per split decision (il quale comunque aveva perso anche il secondo round); anche questa sconfitta è stata intrisa di polemiche e discussioni, con qualche scintilla tra i due atleti non appena finito il match.

Mondiali Russia 2018: l’analisi dei gironi, a 45 giorni dal via (prima parte)

MMA UFC: Pedersoli Jr schianta l’ex UFC Nicolas Dalby

Per chiudere, non si può non citare la vittoria di Carlo Pedersoli JR, considerato uno dei pesi welter più forti a livello nazionale; Pedersoli JR (12-1), ha combattuto contro l’ex fighter dell’UFC Nicolas Dalby (14-3), il 28 Aprile a Gothenburg, in Svezia. L’italiano fa una prestazione maiuscola, conducendo un match praticamente perfetto, dimostrando una solidissima base di grappling, condita con un headkick che ha mandato a terra il danese, il quale ha dimostrato di essere un fighter piuttosto coriaceo; tuttavia, la resistenza di Dalby non è servita a contenere la maestria di Pedersoli nella lotta a terra, nella quale il nostro connazionale è risultato davvero impeccabile.
Fino ad oggi, in particolare nell’ultimo periodo, gli atleti italiani si stanno facendo largo in palcoscenici sempre più grandi e blasonati, con delle date future davvero imperdibili, tra cui Di Chirico vs Marquez a Las Vegas il 6 Luglio. È previsto anche il ritorno in gabbia del “Legionario” Alessio Sakara.

Andrea Marras

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOK, TWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Avete fiducia nel nuovo governo?

Votate il sondaggio

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Video crisi banche

Video crisi banche

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

articolo scritto da: