articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 41 sono una presa in giro per il Pd

Pensioni ultime notizie: PD contro Quota 100 e Quota 41

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 41 sono una presa in giro per il Pd.

In queste ore la bozza di contratto di governo del governo Lega-M5S sta facendo il giro dei media. Sulle pensioni ultime notizie guardano proprio ad alcuni punti di questa bozza, ma anche alle parole di Di Maio e Salvini. Che ieri hanno rispettivamente rispedito al mittente gli alert di Bruxelles. Ma Salvini ha anche parlato di introdurre Quota 41 e Quota 100 al posto della riforma Fornero; un tema che sta molto a cuore a certe categorie di pensionati; mentre gli economisti continuano a ribadire che le due misure andrebbe a costare troppo per mantener equilibrato lo stato di salute dei conti pubblici del Paese. Su Quota 100 e Quota 41, e sul superamento o abolizione della riforma Fornero, si è espresso anche il PD, per voce del suo deputato Michele Anzaldi.

Pensioni ultime notizie: abolizione della Legge Fornero, le novità

Sulla propria pagina Facebook il deputato PD Michele Anzaldi sta smascherando l’alleanza M5S-Lega; proponendo spesso vecchie notizie e interviste video in cui DI Maio e Salvini giuravano reciprocamente che non si sarebbero mai uniti. Ma un post riguarda anche cosa sta accadendo sulle pensioni. O meglio, su cosa potrebbe accadere. “Abolire la Legge Fornero con 5 miliardi, come hanno messo nero su bianco Lega e M5S nel loro contratto di governo? Una enorme presa in giro, una bufala colossale”, scrive il deputato dem. “L’abolizione costerebbe 20 miliardi all’anno secondo i calcoli di Pagella Politica”.

Pensioni ultime notizie: Anzaldi (PD) contro Quota 100 e 41

Anzaldi si appella anche agli alert del presidente dell’Inps Tito Boeri. “Quota 100 avrebbe un impatto sul debito pubblico di circa 105 miliardi; e una maggiore spesa al netto dei contributi di 20 miliardi l’anno. Non si capisce cosa intendano fare con soli 5 miliardi”. Soldi, continua Anzaldi, che andrebbero trovati insieme a tutte le coperture necessarie per garantire altre misure come la flat tax e il reddito di cittadinanza. “Mettere 5 miliardi nelle pensioni significa mettere meno risorse dei governi del PD Renzi e Gentiloni”, con tutto quello che è stato fatto nella scorsa legislatura. “La Quota 100 che vorrebbero introdurre Lega e M5S in queste condizioni porterebbe con sé l’immediato azzeramento delle risorse per l’Ape. Una partita di giro”, è la chiosa.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 16 Maggio 2018