•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 31 maggio, 2018

articolo scritto da:

Cosa è successo a Liegi, la polizia ha ucciso un uomo

jihadismo, lotta allo jihadismo, lotta al terrorismo liegi

Cosa è successo a Liegi, la polizia ha ucciso un uomo

A Liegi la vita scorre, ma con minore tranquillità rispetto a prima, rispetto a quando il Belgio ancora non costituiva un crocevia per la messa a punto di attacchi di stampo terroristico (basti pensare a Bruxelles e Parigi). Un altro (triste) record che detiene lo stato fiammingo è l’esser una nazione col più alto numero dei detenuti per terrorismo. E il 29 maggio è stata proprio Liegi, la cosiddetta Cité ardente, come la chiama la popolazione francofona che vi risiede, il teatro di un’orribile sparatoria. Il responsabile della strage di martedì era, sì, un detenuto, ma ciò che più è preoccupante è il fatto che non fosse stato schedato tra i radicalizzati.

Le fasi della sparatoria a Liegi

Erano le ore 1030 circa quando un 36enne, identificato poi in Benjamin Herman, originario di Rochefort, comune belga della provincia di Namur,  avrebbe avviato la strage partendo da Rue Des Augustins, accoltellando alle spalle due agenti di polizia, rispettivamente di  53 e 45 anni, e sottraendo loro le armi. Dopodiché, il killer fredda a colpi di pistola uno studente di 22 anni della Haute Ecole di Liegi, seduto al sedile passeggeri. Tra qualche settimana avrebbe conseguito il diploma per diventare insegnante. Infine, l’uomo si è rifugiato presso il vicino Liceo Leonie de Waha, dove ha sequestrato una donna che si trovava all’ingresso dell’edificio, addetta alle pulizie. L’assassino è stato ucciso dalla polizia; nel corso dell’intervento due agenti sono rimasti feriti. La donna presa in ostaggio non ha riportato ferite o lesioni.

Pippo Caruso è morto. Musica in lutto

Le dichiarazioni sul caso: è terrorismo?

Parrebbe di sì, stando alle testimonianze che dichiarano aver sentito Herman gridare: Allah Akbar. Inoltre, nella notte tra lunedì e martedì Herman ha ucciso a martellate anche un’altra vittima, Michael Wilmet, che conosceva il suo aguzzino e il cui corpo senza vita è stato ritrovato in un’abitazione nel comune belga di Marche-en-Famenne. Si è, però, ancora prudenti nell’inquadrare l’atto come animato da matrice jihadista, come risulta dalle parole rivolte dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani alla plenaria a Strasburgo.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK  E TWITTER E ISCRIVITI AL FORUM  PER RESTARE AGGIORNATO

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: