•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 12 giugno, 2018

articolo scritto da:

Poste Italiane: buoni fruttiferi e smarrimento, come richiedere il duplicato

Poste Italiane: smarrimento buoni fruttiferi, come richiedere duplicato

Poste Italiane: buoni fruttiferi e smarrimento, come richiedere il duplicato.

In caso di smarrimento dei buoni fruttiferi di Poste Italiane è possibile richiedere il duplicato. La normativa di riferimento guarda alla Legge n. 948 del 30 luglio 1951. Nell’articolo 1 si legge infatti quanto segue. “In caso di smarrimento, distruzione o sottrazione di buoni fruttiferi e di libretti di risparmio nominativi, l’intestatario di essi o chiunque dimostri di avervi diritto, al fine di ottenerne il duplicato, deve farne denuncia all’Istituto emittente presso lo stabilimento di questo dove il buono o il libretto è pagabile”.

Poste Italiane: cosa fare per richiedere duplicato di buoni fruttiferi smarriti

Una risposta in merito la fornisce anche la Cassa Depositi e Prestiti, la società che emette i buoni fruttiferi. Qual è la procedura da seguire per richiedere il duplicato di un buono fruttifero smarrito? Ribadisce quanto esplicato nella legge sopra riportata. Poi precisa che “la duplicazione può essere richiesta presso qualunque ufficio postale mediante compilazione e sottoscrizione della denuncia di perdita; sulla quale devono essere indicati gli estremi necessari per l’identificazione del Buono; e, sommariamente, le circostanze dell’evento”. Solo in caso di sottrazione bisognerà presentare anche gli estremi della denuncia che è stata presentata agli Organi di Pubblica Sicurezza.

Poste Italiane: chi può richiedere il duplicato di un buono smarrito?

La Cassa Depositi e Prestiti spiega che la richiesta di duplicato dovrà essere effettuata dall’intestatario oppure da un suo procuratore. Nel caso di Buoni cointestati, la richiesta dovrà essere inoltrata da tutti gli intestatari del Buono stesso. Se invece si parla di un buono intestato a un minore di età, la richiesta dovrà essere fatta da chi esercita la patria potestà, quindi dai genitori; infine, nell’eventualità si parli di buoni caduti in successione, la richiesta dovrà essere fatta da tutti gli eredi.

Buoni fruttiferi postali: rimborso al cointestatario in caso di morte.

Poste Italiane: quando viene rilasciato il duplicato del buono smarrito?

La procedura per il rilascio del duplicato del buono smarrito segue certe tempistiche precise. In base alla normativa attuale, infatti, l’ufficio postale affiggerà un avviso/diffida pubblico nei propri locali. La tempistica dell’esposizione varia in base al valore nominale del titolo. 30 giorni consecutivi è il lasso di tempo se il valore nominale è inferiore a 516,46 euro. Il tempo si dilunga a 90 giorni qualora il valore nominale del Buono sia pari o superiore a 516,46 euro.

Una volta terminato questo periodo di attesa, sarà possibile il rilascio del duplicato. Quest’ultimo avrà un costo di 1,55 euro; l’importo è identico e dunque non varierà in base al valore nominale del buono stesso.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: