•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 19 giugno, 2018

articolo scritto da:

Esami maturità 2018: seconda prova, tracce possibili. Cosa aspettarsi

Esami Maturità 2018: seconda prova, tracce possibili

Esami maturità 2018: seconda prova, tracce possibili. Cosa aspettarsi.

Gli esami di maturità 2018 entrano nel vivo. Domani mercoledì 20 giugno 2018 si comincerà con la prova di italiano, il tema, su cui già spuntano indiscrezioni sulle possibili tracce. Poi toccherà alla più temuta seconda prova, giovedì 21 giugno; quest’ultima, a differenza della prima, differisce a seconda dell’indirizzo di studio – così come differisce anche la durata della prova – e quindi verte su materie che non sono uguali per tutte le scuole. E che vengono scelte a fine gennaio per tutti gli indirizzi: quest’anno, infatti, la comunicazione è stata data il 30 gennaio.

Esami Maturità 2018: seconda prova, materie per indirizzo di studi

Quali prove si svolgeranno nei licei? Quali materie sono state scelte? Cominciamo dal liceo classico, in cui quest’anno si proporrà la versione di Greco, dopo che l’anno scorso era uscita quella di Latino. Al liceo scientifico invece la seconda prova verterà sulla Matematica. Nel liceo linguistico gli studenti saranno chiamati a sostenere la seconda prova comprendendo e interpretando un testo scritto nella lingua straniera studiata durante la scuola. Ci saranno poi le tracce per il liceo artistico, per le Scienze Umane (Indirizzo ordinario e Indirizzo economico-sociale); e infine la seconda prova del liceo musicale e coreutico. Infine si annoverano gli istituti tecnici e professionali; anche qui, in base all’indirizzo a cui appartengono gli studenti, le tracce (e le modalità di svolgimento) saranno differenti e verteranno sulla materia oggetto di studio.

Esami Maturità 2018: seconda prova, tracce possibili

A differenza della prima prova, per cui è possibile spulciare tra anniversari e temi di stretta attualità, diventa quasi impossibile fare previsioni sulla seconda prova. Inoltre, con l’introduzione della riforma Gelmini, sono stati lanciati nuovi indirizzi; e come riporta Skuola.net, “le possibili tracce maturità 2018 per la seconda prova saranno più in linea ai diversi indirizzi che in passato; toccando anche aspetti che potrebbero avere a che fare con la vostra vita pratica e quotidiana; in particolare per gli indirizzi scientifici e tecnici”. Proprio per far fronte alle rinnovate esigenze degli studenti, il Miur ha messo a disposizione delle simulazioni e degli esempi relativi ai differenti indirizzi scolastici; che potrebbero anche offrire degli spunti e delle piccole anticipazioni su cosa verterà la seconda prova.

Poche sorprese per il liceo classico, dove è stata scelta la versione di Greco. A tal proposito potrebbe essere utile andare un po’ indietro con gli anni e controllare gli autori usciti nelle precedenti annate.

  • 2001: Epitetto – L’uomo cittadino del mondo;
  • 2004: Platone – Il lungo cammino dell’uomo verso la convivenza civile;
  • 2006: Plutarco – L’uomo è padrone della parte migliore di se stesso;
  • 2008: Luciano – Codice etico per lo storico;
  • 2010: Platone – Socrate e la politica;
  • 2012: Aristotele – Non il caso, ma la finalità regna nelle opere della natura;
  • 2014: Luciano – L’ignoranza acceca gli uomini;
  • 2016: Isocrate – Vivere secondo giustizia non è solo corretto, ma anche conveniente per il presente e per il futuro.

Tra i nomi che circolano tra i vari siti specializzati vi sono quelli di Platone, Aristotele, Senofonte e Plutarco. Difficile comunque fare previsioni. Il nome ufficiale si potrà conoscere solo giovedì 21 giugno.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: