• 7
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 24 giugno, 2018

articolo scritto da:

Scorta Saviano: Esposito (PD) contro Salvini, il duro intervento

salvini, scorta saviano, pd, d'anna

Scorta Saviano: Esposito (PD) contro Salvini, il duro intervento

Durante un intervento a L’Aria che Tira (La7), l’ex senatore del Partito Democratico Stefano Esposito interviene sul tema della scorta allo scrittore Roberto Saviano, che il titolare del Viminale Matteo Salvini, da sempre in contrasto con l’autore di Gomorra, aveva minacciato attraverso un messaggio affidato a Facebook di “rivalutare”.

Esposito su scorta Saviano: “Mnistro che pensa di essere lo Stato e che vale quello che pensa lui”

Per l’esponente del PD, le parole del nuovo Ministro dell’Interno segnerebbero un pericoloso cambio di registro rispetto ai suoi predecessori Minniti e Gentiloni, dato che, anziché schierarsi senza ambiguità a sostegno di una figura da tempo simbolo della lotta alla camorra e alla criminalità organizzata, Salvini avrebbe approfittato della sua statura istituzionale per minacciarla, subordinando il suo ruolo pubblico di garante ad antipatie personali.

“Di uno scrittore (…) icona della battaglia alla camorra non ha trovato di meglio che mandargli un bacio in maniera provocatoria e fare aleggiare, attraverso il suo ruolo, la possibilità di colpirlo nella sua sicurezza” – afferma Esposito in studio rivolgendosi a Crosetto (FDI), sottolineando come questo esempio segni la differenza tra “un Ministro degli Interni politico ma democratico” e “un Ministro per gli Interni che pensa (di essere) lo Stato e (che) vale quello che pensa lui”.

Sondaggi politici Ipsos: per gli italiani l’immigrazione non è una ricchezza

Scorta Saviano, Esposito (PD): “Viminale non è luogo di propaganda”

Questo discorso si estenderebbe, secondo Esposito, anche alla questione migranti. Pur concedendo al suo oppositore politico, infatti, che le accuse di “cinismo” rivolte dal presidente francese Macron e dal suo partito all’Italia possano suonare ipocrite a fronte delle note vicende riguardanti il confine blindato di Ventimiglia, l’ex senatore PD accusa il capo del Carroccio di utilizzare il suo ruolo a fini di propaganda e di campagna elettorale, senza che i suoi proclama si traducano peraltro automaticamente in risultati concreti come l’interruzione dei flussi migratori: “Non c’è questo automatismo. Non è che la frase di Salvini domani interromperà il flusso di quei disperati.” – conclude – “Attenzione a utilizzare il Ministero degli interni come luogo di propaganda e di megafono politico.”

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: