articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Chi è Louis Carey Camilleri il nuovo amministratore delegato Ferrari

Louis Camilleri

Chi è Louis Carey Camilleri il nuovo amministratore delegato Ferrari

Il Consiglio d’Amminsitrazione del Cavallino muove le sue prime mosse per il dopo Marchionne. Il Presidente e Amministratore Delegato infatti, si legge in una nota dello stesso CdA, non potrà riprendere l’attività lavorativa. La carica di Presidente passa a John Elkann mentre il ruolo di Ad va a Louis Carey Camilleri che nei prossimi giorni sarà nominato ufficialmente. Qui un focus approfondito sull’uomo nuovo della casa di Maranello.

Louis Carey Camilleri: le origini e la carriera

Louis Carey Camilleri nasce ad Alessandria d’Egitto da famiglia maltese. I suoi studi vengono compiuti in Gran Bretagna, mentre a Losanna consegue la laurea in Economia. Entrato a far parte della Philip Morris nel 1978 non è mai uscito dal gigante del tabacco, affiancando a questa esperienza altre numerose. Ha ricoperto incarichi ai vertici di gruppi come Kraft Foods e Altria Group, ha partecipato al CdA di America Movil quarto operatore telefonico al mondo per numero di abbonati e in quello di Telemex International, società di telecomunicazioni messicana. Il nuovo Ad Ferrari per quanto riguarda il privato parla 4 lingue e vanta un patrimonio stimabile intorno ai 150 milioni di sterline, ha tre figli nati da un matrimonio conclusosi con il divorzio nel 2004. È stato al centro del gossip per la sua relazione con la modella Naomi Campbell nel 2017.

Mike Manley: chi è il successore di Sergio Marchionne alla Fca. La carriera

Rivoluzione epocale sia per Fca che per Ferrari

Che sia stata gestita con la massima segretezza, discrezione e riservatezza non c’è dubbio. Le condizioni di salute di Sergio Marchionne come abbiamo già accennato in altri pezzi, sono state tenute probabilmente nascoste non solo per una questione morale e di correttezza nei confronti del manager italo-canadese ma anche e soprattutto per evitare ripercussioni sui mercati. La convocazione degli stati generali del gruppo già di per sé era una cattiva notizia. Tutto è diventato più nitido con il passare dei giorni e con il tener meno dell’intervento alla spalla inizialmente annunciato. Finisce un’epoca, in casa Fca e Ferrari è rivoluzione.

Francesco Somma

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: domenica, 22 Luglio 2018