30/08/2018

WhatsApp: chat cancellate da novembre 2018, come non perdere i dati

autore: Francesco Somma
WhatsApp

WhatsApp: chat cancellate da novembre 2018, come non perdere i dati

Siete quel tipo di persona che salva ogni genere di cosa sul suo smartphone facendolo diventare una sorta di baule dei ricordi? Se sì allora vi sarà utile leggere questo articolo, WhatsApp, ormai nota app di messaggistica istantanea, è in costante aggiornamento. Molti update fanno piacere all’utenza, altri fanno storcere non poco il naso, uno di questi casi è quello che vedrà cancellate le chat risalenti ad almeno un anno a partire da novembre 2018. Come non perdere i dati? Ve lo spieghiamo noi.

WhatsApp: il procedimento salva chat

La pulizia partirà dal 12 di Novembre e gli utenti che non buttano proprio via niente saranno penalizzati. Ma c’è un modo per salvare tutte le conversazioni a cui tenete particolarmente. Potete infatti procedere ad un backup manuale prima di quel giorno. Per gli utenti Android sarà infatti possibile salvare tutto su Google Drive, qui chat e contenuti multimediali saranno presenti anche in futuro. È meglio eseguire questa operazione appoggiandosi ad una rete Wi-Fi per non gravare sui dati a vostra disposizione per la navigazione in internet.

WhatsApp: come nascondere l’ultimo accesso. Ecco il trucco

WhatsApp: il perché della cancellazione

La posizione e il provvedimento sono stati spiegati sul blog ufficiale dell’applicazione. La ragione sarebbe molto semplice, fino ad oggi, cioè prima che si siglasse un nuovo accordo con Google Drive, gli utenti disponevano di una quota di archiviazione limitata per quanto riguarda le chat. Grazie al nuovo patto stretto con Google i backup non verranno più conteggiati nella quota di spazio di archiviazione di GD. Questo aggiornamento però presuppone una cancellazione delle chat risalenti ad un anno fa. Un “male” necessario, per così dire.

Francesco Somma

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Francesco Somma

Studente di scienze politiche delle relazioni internazionali. La politica come strumento per realizzare il bene comune e come occasione di incontro di diversi pensieri. Prima di informare bisogna conoscere, essere giornalisti per me significa studiare continuamente per dare al pubblico e a noi stessi un servizio oggettivo, trasparente e gratificante.
Tutti gli articoli di Francesco Somma →