Pubblicato il 18/08/2014 Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2019 alle 16:33

Dal Blog: Una legge contro l’omofobia ci illuderebbe di essere un Paese di persone civili

autore: Alessandro Siro Campi

Oggi con la rivista “Visto” è uscito un allegato che ben rappresenta l’inciviltà del nostro paese: un libretto di barzellette sui gay. La prima, che appare in copertina, recita così:

“Ti va di giocare a nascondino?”
“Ok, se mi trovi mi puoi violentare. Se non mi trovi…sono nell’armadio”

Il messaggio fin troppo chiaro: gay significa pervertito, i gay pensano sempre e solo al sesso e sono dei porci. E adorano essere “violentati”.

In effetti una legge contro l’omofobia limiterebbe la libertà di espressione e sarebbe più difficile riconoscere chi in Italia disprezza gli altri, chi pur di vendere due copie in più alimenta preconcetti, odio e bullismo. Chi si fa complice di eventi tragici indotti dal gusto di offendere e fare del male a chi è percepito come diverso da sé.

Non vorrei che una legge contro l’omofobia ci illudesse di essere un Paese di persone civili.

Autore: Alessandro Siro Campi

Alessandro Siro Campi nasce nel 1975. Si laurea nel 2000 in Ingegneria Informatica e consegue il dottorato nel 2004. Dal 2005 è ricercatore presso il Politecnico di Milano dove si occupa di Web e di interrogazioni e mining dei dati. Il suo blog personale è Alesiro
    Tutti gli articoli di Alessandro Siro Campi →