pubblicato: mercoledì, 26 Set, 2018

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali Tecnè per l’Abruzzo, centrodestra in testa

ultimi sondaggi politici elettorali, sondaggi elettorali, pace fiscale

Sondaggi elettorali Tecnè per l’Abruzzo, centrodestra in testa

A febbraio si voterà per le elezioni regionali in Abruzzo. Sono un test cruciale prima delle europee per tesstare sul campo la popolarità dei partiti.

L’Abruzzo è una regione cerniera, formalmente del meridione, ma con elementi che la avvicinano più al centro Italia, a Marche e Umbria, per esempio.

Negli anni passati è stata sempre in bilico tra centrodestra e centrosinistra, sia alle politiche che alle regionali. Dopo la vittoria del forzista Chiodi nel 2009, nel 2014 fu conquistata dal centrosinistra con D’Alfonso. Alle politiche di marzo fu il Movimento 5 Stelle a trionfare sfiorando il 40%.

Tecnè ha voluto chiedere agli abruzzesi cosa voterebbero ora, confrontando i risultati con quello che è accaduto alle politiche.

E’ la Lega l’unico partito a crescere. Passando dal 13,9% al 23,6%. E assorbendo voti un po’ da tutti.

Il risultato è che il centrodestra, che sarà rappresentato da un candidato presidente di Fratelli d’Italia, risulta ora in testa davanti al Movimento 5 Stelle

sondaggi elettorali

Sondaggi elettorali Abruzzo, la Lega guadagna dalle forze minori

Il sondaggio di Tecnè è stato commissionato da Forza Italia. E il partito di Berlusconi appare resistere piuttosto bene, calando del 1,1% rispetto a ottobre, al 13,4%, scivolando però inesorabilmente al di sotto della Lega.

Fratelli d’Italia pure arretra, ma solo del 0,3%, al 4,6%. Nel complesso il centrodestra si pone al 41,6%, senza contare forze minori come l’UDC, ora nascoste negli Altri. E sono proprio i partiti più piccoli a subire il rinculo maggiore. Noi per l’Italia era andato bene, ben oltre al 2%, così come Casapound, oltre l’1%, ed è anche da qui che probabilmente attinge la Lega.

Male invece il centrosinistra, con il PD che scende del 1,9% al 12,4%. E LeU che si ritrova al 2,4%, lo 0,2% in meno rispetto alle politiche.

Il Movimento 5 Stelle rimane il primo partito, perdendo solo l’1,1%, e calando al 38,8%. E rimanendo così primo partito, ma scivolando al secondo posto rispetto alle coalizioni.

Tutto però rimane incerto, come si sa e come si è visto nel vicino Molise, nelle elezioni locali le liste civiche e l’aspetto personale hanno un grande peso,  che ora è forse presto prevedere

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: