11/10/2018

Gran Piemonte 2018: Colbrelli trionfa in volata sul bagnato

autore: Cesare Fabrizi
Gran Piemonte 2018 Colbrelli

Gran Piemonte 2018: Colbrelli trionfa in volata sul bagnato

Si è corsa oggi la 102^ edizione del Gran Piemonte, un’edizione “reale” in quanto ha toccato alcune regge sabaude, partendo da Racconigi e arrivando a Stupinigi.

Classica autunnale da velocisti in quanto non presenta particolari difficoltà, in cui ha trionfato appunto uno sprinter, il bresciano Sonny Colbrelli, che sul bagnato si esalta sempre.

LEGGI ANCHE: Milano-Torino 2018: Pinot trionfa con un po’ di fortuna

Gran Piemonte 2018: lo svolgimento della corsa

La prima parte dei 191 km di gara è caratterizzata dalla fuga di quattro corridori, tra cui Filippo Ganna e Matteo Sobrero.Il loro vantaggio però non va oltre i 2’30” perchè il Team Astana controlla la corsa.

In seguito si fa attiva la Lotto Soudal,che tenta un forcing di squadra e riesce a riprendere i fuggitivi. Prova l’attacco Matti Breschel a 50 km dal termine ma il plotone controlla la situazione. In seguito attacca Andriy Grivko dell’Astana,che però viene ripreso dal gruppo, nonostante una caduta a 35 km dal traguardo che fraziona il plotone.

La giornata è molto difficile dal punto di vista climatico perchè la pioggia rende scivolosa la strada. Pericolosi sono soprattutto gli ultimi 4 km caratterizzati da curve che i corridori affrontano con cautela. In questo punto della corsa la Bardiani CSF si spende molto con Maestri che fa un gran lavoro ma scivola a 2 km dall’arrivo fortunatamente senza conseguenze né per lui, né per il gruppo.

Ai 350 m dal traguardo parte con una volata lunga Sonny Colbrelli. Il bresciano sfrutta il lavoro precedentemente svolto da Kristian Koren che lo pilota in testa al gruppo. Il suo sprint è vincente e batte rispettivamente Senéchal e Davide Ballerini.

Gran Piemonte 2018: l’annata di Colbrelli

Un successo che chiude la stagione di Colbrelli.

Il bresciano, intervistato al termine della corsa, si dichiara soddisfatto dell’annata, conclusa con 4 successi e tanti secondi posti, tra cui anche al Tour dietro Sagan; questo testimonia il processo di crescita che sta vivendo il ciclista della Bahrain-Merida.

L’obiettivo per l’anno prossimo è quello di vincere almeno una grande classica e centrare qualche podio.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM