pubblicato: mercoledì, 10 ottobre, 2018

articolo scritto da:

Milano-Torino 2018: Pinot trionfa con un po’ di fortuna

Milano-Torino Milano-Torino 2018 Pinot

Milano-Torino 2018: Pinot trionfa con un po’ di fortuna

Thibaut Pinot ha trionfato alla 99a Milano-Torino davanti a Miguel Angel Lopez e al neo campione del mondo Alejandro Valverde alla Milano-Torino.

Epilogo sfortunato per Lopez, colombiano dell’Astana.

Quando mancava poco più di un chilometro al traguardo, proprio mentre stava per attaccare, si è incrociato con David Gaudu, compagno di squadra di Pinot, ed entrambi sono caduti.

Il colombiano, nonostante ciò, è risalito in sella e per poco non riprendeva il vincitore. Grazie anche a questo episodio, Thibaut Pinot ha potuto alzare le braccia al traguardo per la 25a volta in carriera.

Comunque buona terza piazza per Valverde, che ha forzato molto il ritmo sui due ultimi passaggi sulla Collina di Superga ma nel finale ha accusato stanchezza, perdendo le ruote dei primi due.

Migliore degli italiani Mattia Cattaneo, che ha terminato ai piedi del podio in 4a posizione. Buone anche le prove di Domenico Pozzovivo, 7° e Fabio Aru, 9°.

LEGGI ANCHE: Giro dell’Emilia 2018: Alessandro De Marchi doma il San Luca

Milano-Torino 2018: Il grande periodo di forma di Pinot

Il francese della Groupama-FDJ sta attraversando un  ottimo periodo di forma.

Ieri è arrivato secondo alle Tre Valli Varesine,vinta da Skujns e al Mondiale di Innsbruck ha svolto un grande lavoro che però Bardet e Alaphilippe non hanno finalizzato.

Inoltre alla Vuelta Pinot ha trionfato in due prestigiosi arrivi in salita, ai Lagos de Covadonga e ad Andorra-Naturlandia.

La punta della FDJ si candida ad essere uno dei favoriti per l’ultima grande corsa della stagione, il Giro di Lombardia, che si disputerà sabato.

Altri pretendenti sono senza dubbio Valverde e Lopez, terzo e secondo rispettivamente oggi sul traguardo di Superga.

Attenzione anche ai gemelli Yates, temibilissimi scattisti, mentre per l’Italia ci si aspetta molto da Vincenzo Nibali, che cerca il tris nella classica lombarda e che pare in crescita di condizione, oltre a Gianni Moscon, quinto al Mondiale.

Milano-Torino 2018: Pinot, il francese che ama l’Italia

Thibaut Pinot non è forse il più forte tra i corridori francesi in attività, ma è molto amato per la sua disponibilità e per il suo modo coraggio di affrontare le gare.

Altro motivo che lo fa essere simpatico a noi italiani è l’affetto che prova per il nostro paese. Infatti Thibaut corre spesso e con ottimi risultati in Italia e si è tatuato nella nostra lingua la frase “Solo la vittoria è bella”.

Quest’anno il corridore transalpino, oltre ai risultati sopracitati, ha vinto anche il Tour of the Alps, corsa a tappe in cui già l’anno scorso si classificò secondo.

La passata stagione il corridore della FDJ partecipò al Giro d’Italia concludendolo in quarta posizione nella generale e vincendo una tappa.

In questa stagione ha sfiorato il podio nella corsa rosa, andando in crisi alla penultima frazione e ritirandosi.

Riuscirà sabato a vincere la sua prima classica monumento, proprio in Italia?

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: