pubblicato: giovedì, 8 novembre, 2018

articolo scritto da:

Decreto sicurezza e immigrazione approvato: cosa prevede e testo

Decreto sicurezza e immigrazione approvato cosa prevede e testo

Decreto sicurezza e immigrazione approvato: cosa prevede e testo

Il Senato ha approvato il 7 novembre il Decreto sicurezza di cui abbiamo già parlato poche settimane fa. L’approvazione in Senato è avvenuta con maggioranza larghissima: 163 voti favorevoli, 59 no e 19 astenuti. Il provvedimento è stato fortemente voluto da Salvini. Da responsabile del Ministero competente è stato lui a portarlo all’attenzione del Consiglio dei Ministri. Ora dovrà passare al vaglio della Camera dei Deputati dove è calendarizzato per il prossimo 22 novembre.

Da annotare l’approvazione di un maxi-emendamento del Governo che ha modificato, tra le altre, la parte che regola il diritto di asilo e il tema dell’immigrazione. Il Decreto sicurezza si compone di 40 articoli. Ha fatto registrare malumori da parte di alcuni esponenti del M5S ed è passato col voto di fiducia.

Decreto sicurezza e immigrazione approvato: cosa prevede (1)

Secondo quanto previsto dal Decreto sicurezza la protezione umanitaria dovrà rispettare criteri più rigidi. Non ci sarà più il permesso di soggiorno di 2 anni per motivi umanitari. E sarà normato da sei tipologie di permessi speciali: per vittime di grave sfruttamento, motivi di salute, violenza domestica, calamità nel Paese d’origine, cure mediche e atti di particolare valore civile.

Viene raddoppiata la durata massima in cui gli stranieri potranno restare nei centri di permanenza. Da 90 diventa di 180 giorni il periodo massimo. L’obiettivo è di fare in modo di rendere esecutivo il rimpatrio evitando che il migrante, pur senza permesso di soggiorno, resti sul territorio nazionale. L’articolo 7 elenca i reati per i quali in caso di condanna definitiva c’è il diniego della protezione internazionale.

Decreto sicurezza e immigrazione approvato: cosa prevede (2)

Importanti novità in materia di Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati: sarà accessibile solo ai soggetti titolari di protezione internazionale e per i minori non accompagnati.

Ampliato l’ambito di applicazione del Daspo: possono essere deferiti anche i soggetti su cui vi sono sospetti di terrorismo internazionale. Oltre che i soggetti che si siano macchiati di reati contro lo Stato e l’ordine pubblico.

Rafforzato e potenziato il ruolo delle Commissioni che hanno il compito di gestire gli enti sciolti per mafia. Modifiche anche relative all’organizzazione dell’Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Di quest’ultima si prevede la possibilità di far nascere sedi secondarie

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

L'ultima manovra

articolo scritto da: