Pubblicato il 09/04/2019

Legge 104: congedo straordinario e permessi, come si sommano

autore: Daniele Sforza
Legge 104: congedo straordinario e permessi, come si sommano
Legge 104: congedo straordinario e permessi, come si sommano

Somma congedo straordinario e permessi Legge 104


I permessi retribuiti sono un diritto garantito dalla Legge 104 (qui una guida su chi può richiedere misure riservate per L. 104). Chi assiste un familiare con handicap in situazione di gravità ha diritto a fruire di 3 giorni di permesso retribuito al mese. Questa agevolazione è cumulabile anche con il congedo straordinario. La normativa di riferimento in merito risale al Decreto Legislativo n. 119/2011. E più precisamente all’articolo 4, che va a modificare l’articolo 42 del Dlgs n. 151/2001, che legifera il congedo retribuito. Qui è scritto che il congedo e i permessi non possono essere riconosciuti a più di un lavoratore per l’assistenza alla stessa persona, mentre per l’assistenza allo stesso figlio con disabilità grave, i diritti vengono riconosciuti a entrambi i genitori, che possono utilizzarli alternativamente.

Permessi Legge 104: cumulo con congedo straordinario, cosa dice la normativa

Con la circolare n. 1/2012 del Dipartimento della Funzione Pubblica sono stati comunicati ulteriori chiarimenti a riguardo. “I genitori possono fruire delle predette agevolazioni (permessi di tre giorni mensili, permessi di due ore al giorno, prolungamento del congedo parentale) anche in maniera cumulata con il congedo straordinario nell’arco dello stesso mese, mentre è precluso il cumulo dei benefici nello stesso giorno”. Quanto detto vale anche nel caso in cui la fruizione sia a vantaggio di un solo genitore: questi potrà fruire nello stesso mese, del congedo, dei permessi e del prolungamento del congedo parentale. “Analogamente, il dipendente che assiste una persona in situazione di handicap grave diversa dal figlio nell’ambito dello stesso mese può fruire del congedo in esame e del permesso” Legge 104 art. 33, comma 3.

104/92 con invalidità civile: percentuali e quali patologie servono

Permessi Legge 104: altri esempi di cumulo

I permessi retribuiti possono essere cumulati anche tra loro nel caso in cui lo stesso lavoratore debba assistere due familiari con handicap in situazione di gravità (entro il primo grado, o entro il secondo se i familiari stretti del parente siano over 65, deceduti o anch’essi affetti da patologie invalidanti). Nella circolare n. 13/2010 del Dipartimento della Funzione Pubblica è infatti scritto che lo stesso dipendente può assistere più persone con handicap grave. In conseguenza di ciò, alla sussistenza delle condizioni previste, lo stesso lavoratore “potrà fruire di permessi anche in maniera cumulativa per prestare assistenza a più persone disabili”. Allo stesso modo non è precluso a un lavoratore anch’egli in situazione di handicap grave “di assistere altro soggetto che si trovi nella stessa condizione”. In questa circostanza il lavoratore “potrà fruire dei permessi per se stesso e per il familiare disabile che assiste”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →