02/05/2019

Conto corrente 2019: prelievo, accredito e bonifico. Come risparmiare

autore: Daniele Sforza
Conto corrente 2019 prelievo accredito come risparmiare
Conto corrente 2019: prelievo, accredito e bonifico. Come risparmiare

Prelievo e versamento, i costi attesi


Il conto corrente può diventare una spesa annua non indifferente. Tra costi di gestione, commissioni per accrediti, bonifici e prelievi, e la periodica imposta di bollo per le giacenze medie superiori a 5.000 euro la tentazione sempre più forte è quella di cercare un altro prodotto o fare a meno del conto corrente. Ma è un’ipotesi realistica, questa, al giorno d’oggi? Improbabile, diremmo quasi. Non solo per il limite del contante, per gli assegni pensionistici sopra i 1.000 euro che devono essere accreditati in banca, per gli stessi stipendi che i datori di lavoro devono far risultare tracciabili. Ma anche perché grandi alternative non ce ne sono. Nasconderli sotto il materasso? Sul serio? Oppure investire sul mattone, anche se non è un buon momento.

Quello di investire e diversificare gli investimenti, con possibilità più o meno elevate di rendimenti, può comunque essere una soluzione. Ma se siamo un contribuente normale, con un lavoro normale, senza troppe grandi pretese, e vogliamo semplicemente depositare i nostri soldi senza far fronte a troppe spese di gestione come fare?

Conto corrente: come risparmiare con il C/C Base

Immaginiamo di non trovarci in una situazione economica rosea. Ma di avere comunque necessità di un conto corrente, magari per l’accredito della pensione. L’Isee annuo ammonta a meno di 11.600. E questa è un’ottima notizia, perché questo requisito ci consentirà la possibilità di avere un c/c base dalla banca, ovvero un conto corrente base che riduce notevolmente le spese di gestione, se non azzerandole proprio. Insomma, questa è una possibilità, riservata a categorie di persone che hanno un Isee basso e ad alcuni pensionati. Ma torniamo alla domanda di cui sopra. Riceviamo uno stipendio normale e non vogliamo avere a che fare con investimenti e movimenti finanziari. Quale può essere la soluzione per risparmiare?

Conto corrente: confrontare le migliori offerte sul mercato

Certamente andare dal miglior offerente. Online esistono diversi comparatori e simulatori online che consentono, una volta inseriti i propri dati, di verificare quale sia al momento l’offerta più adatta alle proprie esigenze. Spesso, periodicamente, ci sono anche delle vere e proprie promozioni, dalla durata limitata nel tempo, delle quali però bisogna verificare a lungo termine gli effetti vantaggi. Ma come avviene per gli operatori mobile, anche effettuare la portabilità del conto corrente può risultare conveniente, pratico e rapido, visto che può essere fatto anche a distanza.

Puntare sugli istituti di credito che pagano per i propri clienti l’eventuale imposta di bollo a 34,20 euro e che prevedono zero costi di apertura e gestione, o zero euro di commissioni per prelievi, bonifici e versamenti può essere la soluzione migliore per risparmiare. Occhio sempre ai dettagli e alle condizioni reali, ad esempio una volta terminata la vantaggiosa offerta a tempo.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →