Acquisto casa asta giudiziaria: consigli e come non farsi truffare

Pubblicato il 5 Marzo 2019 alle 06:15 Autore: Claudio Garau

Quali sono gli elementi essenziali dell’asta giudiziaria immobiliare e quali precauzioni adottare nell’acquisto di casa con questo iter.

Acquisto casa asta giudiziaria, consigli e come non farsi truffare
Acquisto casa asta giudiziaria: consigli e come non farsi truffare

Come acquistare casa a un’asta


Acquistare una nuova casa è un’operazione dispendiosa per le finanze di molte famiglie. Ecco allora che l’asta giudiziaria può rappresentare un’alternativa più economica alla compravendita immobiliare tradizionale. Bisogna però fare attenzione: meglio adottare alcuni accorgimenti mirati proprio a non farsi truffare e a scoprire quindi eventuali insidie. Vediamo di seguito come il cittadino può tutelarsi nell’acquisto di una casa tramite asta giudiziaria.

Asta immobiliare giudiziaria: che cos’è e dove si svolge

Fondamentalmente l’asta giudiziaria è un iter caratterizzato dalle offerte degli interessati all’acquisto dell’immobile; ha conclusione con l’assegnazione dell’immobile al miglior offerente, cioè a colui il quale – tra tutti i partecipanti all’asta – ha fatto l’offerta economica più alta. In particolare, l’asta immobiliare giudiziaria è una fase tipica del processo civile cosiddetto “esecutivo” o “fallimentare”. È caratterizzata dal realizzare la vendita forzata di uno o più beni immobiliare dell’esecutato, cioè la persona fisica o giuridica insolvente a causa di debiti non onorati.

Essa insomma espropria in modo coattivo beni del debitore al fine di soddisfare comunque le pretese creditorie degli aventi diritto; ha luogo o in tribunale o negli studi professionali designati dall’autorità giudiziaria.

Acquisto casa con asta giudiziaria: convenienza e elementi essenziali della procedura

È noto che partecipare ad un’asta giudiziaria può essere vantaggioso. Ciò perché solitamente consente all’acquirente di acquistare un immobile a prezzo solitamente più basso di quello di mercato. Peraltro, nell’ipotesi l’asta non aggiudichi il bene a nessuno dei partecipanti, la legge prevede che il bene stesso sia rimesso all’asta dopo qualche mese ad un prezzo abbassato del 25%. Merita inoltre di essere ricordato che, con la nuova legislazione in merito, il giudice può prevedere che a partire dalla quarta asta deserta, il prezzo possa essere ulteriormente diminuito del 50%.

Per ciò che riguarda gli elementi essenziali di un’asta giudiziaria, è bene che il potenziale partecipante presti attenzione ad essi. Infatti, avere in principio un quadro nitido del contesto in cui sarà attivata la procedura, è utile ad evitare eventuali truffe o raggiri. Pertanto occorrerà consultare la perizia (indicante, tra gli altri elementi, prezzo base di vendita, planimetria, condizioni di fatto ed eventuali problematiche, stato libero o occupato dell’immobile). Bisognerà fare attenzione anche all’ordinanza di vendita (la quale delinea le condizioni di vendita, prefissate dal giudice incaricato all’espropriazione forzata). Altro documento importante sarà l’avviso di vendita o d’asta: esso, scritto dal cancelliere, notaio o altro professionista, ha la finalità di dare notizia dell’ordine di vendita giudiziaria.

Acquisto casa con asta giudiziaria: leggere con attenzione la documentazione per evitare truffe

Come detto sopra, i partecipanti all’asta dovranno far attenzione all’avviso di vendita. Tale documento è idoneo ad evitare eventuali tranelli, in quanto in esso sono riportate informazioni circa il bene in vendita, data, ora e luogo d’asta, prezzo, misura di rilancio minimo e altre modalità di vendita. Inoltre sarà molto utile consultare il sito web in cui è contenuta la perizia di stima; essa fa parte del bando di vendita ed ha la funzione di chiarire il quadro delle condizioni di fatto e di diritto dell’immobile. Tali documenti sono facilmente accessibili proprio per incontrare le esigenze di trasparenza e correttezza reclamate dal mercato immobiliare e dai cittadini. Circa la perizia di stima, sarebbe opportuno che la persona interessata la porti all’attenzione di qualcuno di fiducia, come ad esempio un tecnico specializzato. Egli può infatti svolgere una utile funzione di consulenza e evidenziare eventuali abusi edilizi.

Mutuo senza ipoteca immobile: requisiti e come si ottiene

Acquisto casa con asta giudiziaria: altri consigli per evitare errori di valutazione

Onde evitare situazioni spiacevoli, è opportuno anche visitare l’immobile, prima dell’eventuale partecipazione all’asta. Potrebbero infatti sussistere aspetti, non segnalati nella perizia, ma rilevanti al fine di un eventuale acquisto (come ad esempio, le condizioni ambientali in cui è situata la casa). Infine, è opportuno che i partecipanti all’asta valutino se vi sia chiarezza sul fatto che l’immobile sia occupato o meno dall’esecutato.

È vero che l’intero iter di vendita giudiziaria è mirato al rilascio coattivo della casa; però è altrettanto vero che la legge dispone, in caso di occupazione senza regolare contratto di affitto o in stato di morosità, che sia l’acquirente tramite asta ad eseguire lo sfratto a sue spese. Pertanto dovrà provvedere alla liberazione con l’assistenza onerosa di un avvocato e attraverso ufficiale giudiziario.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →