03/01/2019

Roaming dati 2019: Tim, Wind, Vodafone. Aumentano i Gb

autore: Daniele Sforza
Roaming dati 2019: Tim, Wind, Vodafone. Aumentano i Gb
Roaming dati 2019: Tim, Wind, Vodafone. Aumentano i Gb

Importanti novità sul fronte del roaming dati 2019, e in particolare sul progetto Ue Roam Like at Home, finalizzato ad ampliare l’utilizzo dello smartphone anche fuori dal proprio Paese, pur restando in Europa. L’introduzione del nuovo piano, infatti, consente l’applicazione delle stesse tariffe utilizzate nel proprio Paese quando si viaggia nei Paesi dell’Unione Europea. Una novità importante, soprattutto oggigiorno, tempo in cui spesso si viaggia per svago o affari e lo smartphone diventa un importante strumento di contatto e di lavoro.

Roaming dati 2019: la nuova operazione da fare

Per le chiamate e i messaggi in UE si applicano dunque le tariffe legate al proprio abbonamento. Discorso diverso per il consumo di Gb, il cui utilizzo all’estero si basa su una precisa operazione di calcolo. Più precisamente, fino al 31 dicembre 2018, si doveva dividere il costo della tariffa per 6 (ovvero, il costo di 1 GB all’estero) e moltiplicare per 2. Dal 1° gennaio 2019, tuttavia, cambia un coefficiente, e più in particolare cambia il costo di 1 GB all’estero, che scende a 4,5 euro. Questo significa che se la nostra tariffa è di 20 euro, bisognerà effettuare la seguente operazione: 20: 4,5 x 2. Il risultato? Poco meno di 9 Gb.

Roaming dati: in quali Paesi Ue utilizzare i Gb

Le nuove regole previste dall’iniziativa Roam Like at Home sono valide nei seguenti Paesi dell’Ue: Austria, Belgio, Bulgaria. E ancora Cipro, Croazia, Danimarca. Estonia, Finlandia, Francia; Germania, Gibilterra, Grecia. Irlanda, Islanda, Lettonia; Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo. Malta, Norvegia, Olanda. Polonia, Portogallo, Regno Unito. Continuando con Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.

Roaming dati 2019: cosa fanno Tim, Wind e Vodafone

Come riporta MobileWorld, Wind Tre e Vodafone si atterranno alle linee guida previste dalla nuova normativa, applicando l’operazione succitata. Queste compagnie hanno già aggiornato o sono in procinto di aggiornare le loro offerto per il consumo di GB disponibile all’estero. Iliad e Tim, invece, applicheranno dei limiti personalizzati, ma a tal proposito si attende ancora una comunicazione ufficiale.

Roaming dati: dal 2019 costi al ribasso

Il 2019 sarà solo il primo anno in cui è previsto un abbassamento del costo per GB all’estero. Infatti, il prezzo è destinato ancora a scendere progressivamente nel prossimo triennio. Calerà a 3,50 euro a partire dal 1° gennaio 2020, mentre l’anno seguente scenderà a 3 euro, per arrivare infine a 2,50 euro a partire dal 1° gennaio 2022.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →