José Mourinho ha sempre parole al miele per l’Inter

Pubblicato il 17 Gennaio 2019 alle 20:14 Autore: Lorenzo Annis

José Mourinho ha sempre parole al miele per l’Inter. Reduce dall’esonero del mese scorso, José Mourinho fa sempre e comunque parlare di sé.

Jose Mourinho ha sempre parole al miele per l'Inter
José Mourinho ha sempre parole al miele per l’Inter

Reduce dall’esonero del mese scorso, José Mourinho fa sempre e comunque parlare di sé. Nei giorni scorsi è ufficialmente diventato commentatore televisivo per l’emittente Bein Sports, dalla quale percepirà oltre 67.000 euro a partita. Inoltre ha ricevuto la buonuscita dal Manchester United dal valore di 16 milioni.

Oggi, 17 gennaio 2019, l’ex allenatore del Manchester United ha rilasciato un’intervista televisiva alla stessa Bein Sports nella quale ha parlato a tutto tondo. Non sono mancati gli elogi all’Inter, con la quale ha trionfato nel 2010 vincendo il noto Triplete.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Inter: Gabriel Jesus fu ad un passo dai nerazzurri

Per José Mourinho l’Inter è la miglior squadra mai allenata

Lo Special One si è così espresso alla domanda su quale fosse la miglior squadra mai allenata nella sua carriera:

L’Inter. Abbiamo vinto tutto e lo abbiamo fatto a spese di quella che era la squadra più forte dell’epoca, il Barcellona. Eravamo inarrestabili“.

Durante la sua esperienza al Chelsea, fu accusato di aver epurato Mohamed Salah. Il portoghese ha smentito commentando così l’accaduto:

Sono state dette molte cose non vere in questi anni. Le persone cercano di identificarmi come l’allenatore che ha venduto Salah, ma io sono l’allenatore che ha comprato Salah. È un’idea completamente sbagliata. Mi innamorai vedendolo nel Basilea quando era ancora un ragazzino e ho spinto il club ad acquistarlo nonostante avessimo già i migliori talenti nel suo ruolo, come Hazard e Willian. A Londra Salah era come un bambino spaesato, non aveva la pazienza di aspettare e voleva giocare. Così abbiamo deciso di mandarlo in prestito, in un campionato che conoscevo bene, dove il calcio è tattico e fisico. La Fiorentina è una buona squadra senza la pressione di lottare per il titolo e questo poteva aiutarlo. Quando il Chelsea ha deciso di venderlo, non ero più io l’allenatore. Il mio rapporto con lui era e resta ottimo“.

Qualcuno ha pensato potesse ritirarsi, ma anche qui è arrivata una secca smentita da parte di Mourinho:

Sono troppo giovane. Sono nel mondo del calcio da tempo, ma compirò 56 anni tra un paio di settimane e sono davvero troppo giovane. Appartengo al calcio ad alti livelli, starò al top”.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

L'autore: Lorenzo Annis

Nato il 1° luglio del 1996, è nel Termometro Politico dal 2017. Scrive prevalentemente di sport dividendosi tra pallone e pedali, le sue più grandi passioni sportive.
    Tutti gli articoli di Lorenzo Annis →