Pubblicato il 13/02/2019

Inter, salvate il soldato Icardi. Nubi all’orizzonte fra le parti

autore: Cesare Fabrizi
Inter, salvate il soldato Icardi. Nubi all'orizzonte fra le parti
Inter, salvate il soldato Icardi. Nubi all’orizzonte fra le parti

Inter, salvate il soldato Icardi. Nubi all’orizzonte fra le parti

È di pochi minuti fa la notizia che mai ci saremmo aspettati. Dopo tre stagioni e mezzo Mauro Icardi non sarà più il capitano dell’Inter. Decisive le parole della moglie procuratrice Wanda Nara, che ha criticato i compagni di squadra del 9 nerazzurro che secondo lei non gli servono abbastanza palloni.

La telenovela sul rinnovo di contratto di Icardi

La cosa è ormai nota da mesi. Wanda Nara chiede all’Inter un rinnovo di contratto in modo tale che il suo assistito possa arrivare a ricevere uno stipendio in linea con quello degli altri numero 9 di massimo livello europeo, stipendio che l’Inter non gli vuole concedere.

Questa situazione di stallo, che si protrae da mesi, ha contribuito a causare un periodo negativo di risultati dell’ormai ex capitano nerazzurro e in generale di tutto il Club.

L’amore tormentato tra l’Inter ed Icardi

Era l’inizio del campionato 2015-2016. Roberto Mancini, allora allenatore dell’Inter, gli conferisce la fascia di capitano per dargli responsabilità, eleggendolo di fatto come leader. Da quel momento il rapporto tra l’argentino la tifoseria si fa difficile. Affermazioni della moglie procuratrice, autobiografia e valanghe di gol lo rendono il personaggio più mediatico dell’Inter.

Nel bene e nel male è lui il punto di riferimento della squadra e molto spesso, anche nei momenti non brillanti, è lui che toglie le castagne dal fuoco ai milanesi. Eppure non tutti gli interisti sono con lui. Gli danno diverse colpe, fra cui quella di non dare una mano alla squadra, di avere atteggiamenti poco seri e di fare sfoggio di troppo lusso. Per non parlare – come sempre- della moglie, mai digerita dalla società e frutto di scherno fra amici.

Inter, stavolta Icardi via o si ricuce tutto?

Eppure Maurito è un professionista serio. Si allena sempre al massimo e in campo da il 110%. Negli ultimi mesi ha anche imparato a giocare lontano dalla porta e a non essere solo un finalizzatore. Senza contare che lui la maglia la sente per davvero. Ne è testimonianza è il pianto a fine Inter-Juventus dell’anno scorso, quando sembrava ormai compromessa la qualificazione in Champions dell’Inter. Anche i tifosi delle altre squadre spesso non lo vedono di buon occhio, anche a causa della nota vicenda coniugale e attuale relazione sentimentale dell’argentino, contrassegnata da forti scorie passate. Ma anche Fausto Coppi aveva creato scalpore per la sua relazione con la Dama bianca, eppure nessuno metteva in dubbio il suo enorme valore.

In tutto questo ora resterà da capire come si concluderà la vicenda, se arriverà il tanto atteso rinnovo o se Icardi abbandonerà la Milano nerazzurra la prossima estate.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]